Home Alunni 5 studenti su cento non sono ammessi agli esami di stato

5 studenti su cento non sono ammessi agli esami di stato

CONDIVIDI
  • Credion

L’ammissione a sostenere gli esami di stato per tanti studenti è ancora un’incognita, visto che non basta la sufficienza in tutte le materie, compresi il recupero degli eventuali debiti formativi, c’è pure bisogno di avere almeno il sei in condotta. Infatti come è noto il voto nel comportamento, non solo fa media, ma può impedire l’ammissione all’esame. Poi occorre aver rispettato il limite massimo di assenze: bisogna cioè aver frequentato almeno tre quarti dell’orario annuale.
A non raggiungere questo traguardo sarebbe l’1,8% degli studenti, media che si alza al 2,9% al primo anno, quando i ragazzi si lasciano prendere dalle assenze strategiche.
Tuttavia se si è ammessi agli esami, la possibilità di essere bocciati è minima, visti i precedenti e considerate le statistiche.
Agli esami di stato scorso la percentuale dei bocciati è stata pari allo 0,9%, mentre, come ha pubblicato il Miur, gli studenti ammessi a sostenere gli esami di Stato rappresentano il 95,5%, con punte massime del 97% in Campania e minime del 90% in Sardegna.
Gli ammessi che hanno superato lo scorso anno le prove d’esame sono stati il 99,1% (98,2% in Abruzzo, 99,6% nelle Marche). Le regioni con il più elevato tasso di diploma sono le Marche e il Trentino Alto Adige, rispettivamente il 99,6% ed il 99,5%.