Home Personale A Bari supplenti senza titoli in graduatoria, partono ispezioni e denunce

A Bari supplenti senza titoli in graduatoria, partono ispezioni e denunce

CONDIVIDI

L’istituto superiore ‘Ettore Majorana’ di Bari torna ad essere presente sulle prime pagine dei quotidiani. Solo che stavolta non si parla della scuola secondaria perché produce libri interni, a costi ridotti per gli studenti, ma anche birra artigianale e perchè gestisce una masseria sulla Murgia barese confiscata alla mafia: assieme ad un altro istituto pugliese, Paola Petruzzelli e ‘Cosmai’ di Bisceglie, riporta l’Ansa, alcuni mesi fa è stato oggetto di ispezione ministeriale.

Ora si viene a sapere che le verifiche hanno portato a conseguenze pesanti: delle denunce alle Procure della Repubblica di Bari e Trani per le false dichiarazioni di un docente, alla Corte dei Conti della Puglia per un presunto danno erariale derivante da cinque assunzioni, e la proposta di sanzioni disciplinari per omesso e ritardato controllo per i dirigenti scolastici.

Icotea

“Il controllo – riferisce sempre l’agenzia nazionale – era stato avviato a seguito di un esposto firmato da due aspiranti docenti, Massimiliano Valente e Donato Sapone, che lamentavano irregolarità sia nella formulazione delle graduatorie di istituto di terza fascia per gli aspiranti ad incarichi di insegnamento a tempo determinato, sia nella stipula dei contratti. I docenti sui quali si è concentrata l’ispezione, e nei confronti dei quali vengono proposti provvedimenti sanzionatori, sono cinque, nessuno dei quali aveva titoli per insegnare; per tre di loro è stata evidenziata una situazione di incompatibilità con l’impiego pubblico perché all’epoca dei fatti erano titolari di ditte individuali; ad un altro viene anche contestata la falsità in dichiarazioni rese ai fini dell’instaurazione di rapporti di lavoro poiché aveva anche dichiarato di essere laureato”.

 

{loadposition eb-dirigente}

 

I tre ‘incompatibili’, secondo gli ispettori, meritano di perdere i benefici illecitamente conseguiti fino ad oggi, “ma anche l’esclusione dalla possibilità di stipulare nuovi contratti di lavoro con l’Amministrazione”. Critiche sugli omessi controlli sulle dichiarazioni degli aspiranti docenti vengono poste dagli ispettori anche sull’operato dell’ex dirigente del Majorana, Agnello Scura, al quale, nel settembre 2012, è subentrata Petruzzelli. I controlli hanno riguardato anche l’istituto ‘Bovio’ di Trani, ora incorporato nel ‘Cosmai’.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola