Home Didattica A scuola per diventare stilisti, ora si può

A scuola per diventare stilisti, ora si può

CONDIVIDI

La passerella entra nelle scuole: è arrivato, infatti, un nuovo percorso formativo, a livello di scuola superiore, unico nel suo genere, in grado di insegnare agli studenti le competenze specifiche della moda.

Si parte a settembre

Sarà inaugurato a partire dall’anno scolastico 2018/2019, quindi nel prossimo mese di settembre, l’indirizzo di diploma quinquennale Sistema Moda “Micol Fontana”, attivato dall’Istituto Tecnico Paritario “Aniene” di Roma: avrà l’obiettivo di far acquisire allo studente le competenze specifiche creative, progettuali, produttive e di marketing del settore tessile, abbigliamento, accessori e di moda.

Icotea

La preparazione degli studenti sarà integrata con le competenze trasversali di filiera che consentiranno loro di sviluppare la sensibilità e la capacità di lettura delle problematiche che si possono presentare nell’area sistema moda.

La scuola intitolata alla stilista Micol Fontana

Il percorso scolastico sarà intitolato a Micol Fontana, stilista e imprenditrice italiana, fondatrice dell’atelier romano di alta moda “Sorelle Fontana”.

L’iniziativa è frutto di una collaborazione tra l’Istituto Aniene e la fondazione che porta il nome della stilista che vuole focalizzare l’attenzione sul trasferimento ai giovani studenti della memoria storica di uno dei più illustri Atelier italiani, espressione della tradizione artigianale, grande patrimonio della cultura italiana.

La Fondazione Micol Fontana è un’associazione no profit istituita nel 1994, dichiarata “Archivio di notevole interesse storico” dal Ministero per i Beni Culturali, consente di osservare e conoscere da vicino, consultare e toccare con mano una vasta raccolta di figurini, ricami ed accessori, biblioteca, emeroteca, fondo fotografico, documenti “vivi” che riguardano la nascita dell’Alta Moda Italiana dal 1940 in poi, tutto conservato nel proprio archivio storico.

Il percorso formativo

Il nuovo indirizzo scolastico, declinato secondo tre profili diversi “Tessile, abbigliamento e moda”, farà ricorso all’alternanza scuola-lavoro per sviluppare progetti correlati ai reali processi che caratterizzano le aziende del settore.

Il secondo biennio, ed in particolare il quinto anno, saranno dedicati, invece ad approfondire tematiche finalizzate a favorire l’orientamento dei giovani verso un rapido inserimento nel mondo del lavoro o il conseguimento di una specializzazione tecnica superiore oppure la prosecuzione degli studi a livello universitario.

Insomma, se la moda è una passione, adesso c’è la possibilità di farla diventare oggetto dei propri studi e il lavoro del proprio futuro.