Home Archivio storico 1998-2013 Generico Al via i nuovi programmi dei Fondi strutturali comunitari per la scuola...

Al via i nuovi programmi dei Fondi strutturali comunitari per la scuola italiana

CONDIVIDI
  • Credion
Un totale di quasi 2 miliardi di euro saranno stanziati dall’Unione europea e dallo Stato italiano nel periodo 2007-2013, a sostegno delle scuole delle regioni dell’Obiettivo “Convergenza” Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
I programmi verteranno su due obiettivi principali: il miglioramento dei livelli di conoscenza e competenza degli studenti e degli adulti ed il miglioramento dell’accessibilità e l’attrattività delle strutture scolastiche per gli studenti e per gli adulti. 
Il Comitato, al quale hanno partecipato rappresentanti del Ministero della pubblica istruzione, Amministrazioni centrali, le quattro regioni dell’obiettivo Convergenza, le parti sociali e del terzo settore, e la Commissione europea, ha approvato i criteri per la selezione dei progetti, ed esaminato i Piani di comunicazione e di valutazione, nonché le modalità di avvio della nuova programmazione.
Il rappresentante della DG Occupazione, e la rappresentante della DG Politica regionale della Commissione europea, hanno colto l’occasione per ringraziare il Ministero della Pubblica Istruzione per lo spirito di collaborazione dimostrato durante i negoziati, che hanno portato alla rapida approvazione dei due nuovi programmi per il 2007-2013, e hanno espresso il convincimento che le risorse europee saranno utilizzate per migliorare la didattica nelle regioni meno sviluppate dell’Italia.
Nel corso della riunione sono stati inoltre presentati i risultati ottenuti nel periodo 2000-2006 con il precedente programma “La scuola per lo Sviluppo”, che ha goduto di un finanziamento comunitario di circa 830 milioni di euro a valere sul Fondo sociale europeo e sul Fondo europeo di sviluppo regionale.
Il bilancio sul programma, che aveva come obiettivo il miglioramento della qualità dell’istruzione e lo sviluppo della Società della conoscenza e dell’informazione, è stato particolarmente apprezzato da parte dei rappresentanti della Commissione.
Il programma, che si concluderà a fine 2008, riscontra un avanzamento finanziario pari al 91,4% delle risorse stanziate, che fa prevedere il pieno utilizzo dei contributi.