Home Generale Alice nel Paese delle Meraviglie: un incontro in realtà virtuale

Alice nel Paese delle Meraviglie: un incontro in realtà virtuale

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il prossimo 22 ottobre il Victoria and Albert Museum di Londra propone un evento virtuale Curious Alice che consentirà a tutti di entrare nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie. 

Si tratterà di un’anteprima dellamostra che sarà inaugurata presumibilmente il 27 marzo 2021 negli spazi del museo londinese e dedicata ad Alice in Wonderland. In collaborazione con HTC VIVE Arts, il V&A Museum mette a disposizione di tutti un’anteprima di quello che accadrà nella mostra del 2021, fruibile con o senza un visore VR e attraverso la piattaforma VR ENGAGE utilizzando un PC Windows o un dispositivo Android. Si potrà inoltre partecipare a un live registrato dell’evento, che sarà trasmesso sul canale YouTube del V&A Museum.

L’esperienza si svolgerà in un ambiente ispirato allo spazio fisico del museo e ai paesaggi del Paese delle Meraviglie. Grazie alla tecnologia avanzata di ENGAGE, i partecipanti potranno partecipare all’evento come avatar, interagendo tra loro in VR e scoprendo in anteprima le 5 sezioni di cui si comporrà la mostra del 2021.

ICOTEA_19_dentro articolo

Una di queste, Staging Alice, sarà di natura immersiva, e condurrà lo spettatore direttamente nella “Sala delle Porte” e sul campo di croquet. 

Nel mondo di Alice

Curious Alice darà al pubblico l’occasione di premiare la propria curiosità navigando in un paesaggio fantastico, interagendo con i personaggi famosi del libro e completando una serie di sfide curiose: correre contro il tempo per catturare il guanto mancante del Coniglio Bianco, risolvere gli indovinelli del Bruco, sconfiggere la Regina di Cuori in un curioso gioco di croquet.

Il pubblico che parteciperà all’evento di giovedì 22 ottobre, a partire dalle 14, potrà scendere nella tana del coniglio e a intraprendere un viaggio nel Paese delle Meraviglie attraverso la dimensione ludica della realtà virtuale (VR). Questa nuova esperienza VR è il risultato di una partnership innovativa tra il V&A e HTC Vive Arts, con opere originali dell’illustratrice islandese Kristjana S Williams.

Prodotto dall’agenzia creativa Preloaded e dal V&A, l’esperienza presenta una rivisitazione completamente immersiva e interattiva del Paese delle Meraviglie, celebrando una delle storie più iconiche e ispiratrici di tutti i tempi, che sarà il soggetto della grande mostra Alice del V&A della primavera 2021 Curiouser and Curiouser, articolata in cinque sezioni tematiche ‒ Creating Alice, Filming Alice, Reimagining Alice, Staging Alice, Being Alice ‒ e nella quale sarà possibile vedere anche il manoscritto originale del 1865, in un percorso dinamico attraverso oltre 300 fra opere – che includono lavori di artisti come Salvador Dalí, Yayoi Kusama e Max Ernst – e oggetti che documentano le numerose declinazioni, letture e interpretazioni dell’opera di Caroll.

Musei e mostre virtuali dopo il lockdown

I mesi del lockdown hanno portato molti musei a ripensare le modalità di offerta culturale e in questo senso l’evento virtuale proposto dal V&A riflette l’impegno nella creazione di esperienze digitali di grande impatto che consentano alle persone di tutto il mondo di accedere ai programmi, alle sale, alle esposizioni.

Entusiasta è il commento di Kate Bailey, curatrice della mostra del prossimo anno al V&A di Londra e promotrice dell’evento online della prossima settimana: Curiouser and Curiouser riflette l’impatto globale e l’eredità dei libri di Alice in tutte le discipline creative. Fin dalla loro creazione i libri Alice, con le loro idee e concetti strabilianti, sono stati fonte di ispirazione per le nuove tecnologie, dal cinema muto alla computer grafica computerizzata. È stata un’avventura straordinaria lavorare con HTC Vive Arts e Preloaded per portare la nostra mostra in una dimensione virtuale, una mostra nella mostra.

Ci si può iscrivere al sito https://www.vam.ac.uk/articles/curious-alice-the-vr-experience

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese