Home Personale Anno di prova per i docenti assegnati su grado di scuola diverso

Anno di prova per i docenti assegnati su grado di scuola diverso

CONDIVIDI

L’U.s.r. per il Veneto, nell’avanzare alcune proposte per l’utilizzo dei docenti nominati in fase C, chiarisce che per i docenti che sono assegnati in utilizzazione in un grado di scuola diverso rispetto a quello relativo alla classe di concorso di appartenenza, il MIUR si è riservato di fornire successive indicazioni.

Tuttavia, come da notizie anticipate per le vie brevi dal MIUR, la soluzione sarà quella di consentire di svolgere l’anno di prova nell’Istituto in cui gli interessati prestano effettivo servizio, all’interno del quale dovranno essere nominati anche i Tutor e il Comitato di Valutazione. Pertanto, nella nomina dei Tutor, in questi casi particolari, il Dirigente scolastico avrà cura di individuare docenti particolarmente esperti nelle metodologie didattiche e nella conduzione della classe, dotati di prestigio e di autorevolezza, caratteristiche che renderanno più agevole osservare i nuovi docenti nella dimostrazione delle capacità personali, relazionali, metodologiche e professionali generali, cui sopra si faceva riferimento.

Icotea

Qualora fosse possibile abbinare le caratteristiche prima enunciate ad una classe di concorso che presenta affinità con quella dell’insegnante in anno di prova, ciò costituirà ulteriore motivo di preferenza nella scelta del Tutor.

 

{loadposition bonus}

 

Proposte di utilizzo dei docenti

La nota regionale si occupa anche di definire le modalità di utilizzo dei docenti neoassunti in ruolo in fase C.

In questa prima annualità, i docenti che hanno assunto servizio per effettuare il periodo di prova e l’anno di formazione e i supplenti che sono stati o che stanno per essere nominati fino al 30 giugno sui posti rimasti vacanti e/o disponibili, qualora non siano stati destinati a sostituire il collaboratore del dirigente scolastico che, secondo le norme previgenti, avrebbe avuto diritto all’esonero dal servizio, devono essere impiegati nella realizzazione di un progetto, con la possibilità di svolgere le eventuali supplenze degli insegnanti assenti fino a 10 giorni.

È pertanto necessario prevedere un impiego su progetto per ciascuno dei docenti nominati in prova e anche per ciascuno dei loro eventuali supplenti (in caso di mancata assunzione di servizio), che consenta, da un lato, l’erogazione di una prestazione utile alla scuola e agli alunni, dall’altro, la valutazione ai fini del superamento dell’anno di prova per i docenti assunti a tempo indeterminato.

Nella predisposizione dei progetti, si dovrà tenere conto delle competenze possedute dai docenti. A questo proposito, è di utile riferimento lo schema di bilancio delle competenze previsto per tutti i docenti neo assunti dal D.M. 850 del 2710/2015, che INDIRE sta predisponendo e che renderà disponibile a breve.

Ad ogni modo, i docenti dell’organico potenziato possono essere impiegati nelle seguenti attività:

  1. priorità previste dall’art. 1, comma 7, della Legge 107/2015;
  2. realizzazione delle priorità previste dal Piano di Miglioramento, in esito al RAV;
  3. altre attività previste dal PTOF;
  4. copertura delle supplenze per assenze entro i 10 gg (tale funzione è, peraltro, assicurata dalla generalità dell’organico dell’autonomia).

 

Scheda di progettazione per l’attività dei docenti

L’U.s.r. propone anche una scheda di progettazione per l’attività dei Docenti dell’organico potenziato, un modello di traccia che non è obbligatorio, ma consente di semplificare la futura successiva fase di monitoraggio.

La scheda è costituita da una prima parte, ad uso esclusivo e facoltativo delle scuole, utile per la progettazione dei percorsi didattici dei singoli docenti. Le progettazioni devono essere sempre e comunque coerenti con il PTOF e con il curricolo generale di Istituto.

La seconda parte della scheda, che potrebbe essere utile alla scuola a titolo di sintesi generale della progettazione, è invece la base comune sulla quale l’Ufficio scolastico effettuerà il monitoraggio. Pertanto, essa sarà oggetto di un formulario on line, disponibile ad un link che sarà successivamente comunicato, a partire dal mese di gennaio 2016, da compilare a cura delle scuole entro il 20 febbraio 2016.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola