Home Didattica Arte a scuola, idee laboratoriali

Arte a scuola, idee laboratoriali

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Ogni traccia lasciata dall’uomo, ogni testimonianza espressiva, ogni oggetto d’arte, con le competenze idonee, diventa un messaggio da decodificare. Lo studio critico dell’arte passa attraverso la ricostruzione della cultura in chiave antropologica. In poche parole: di ogni oggetto o reperto il “lettore” dell’arte va a ricostruire la cultura che lo ha ispirato, motivato, fatto germogliare.

Arte come progetto

Questo significa che la didattica dell’arte non deve limitarsi a fare laboratori di manualità e creatività, senz’altro fondamentali per gli apprendimenti, ma aspirare anche a fare dell’arte un progetto, un percorso di crescita, un’attitudine a interpretare e a comprendere il mondo. In particolare oggi, alle soglie di un modo del tutto nuovo di fare scuola, parte in presenza, parte a distanza, parte nei locali della scuola, parte nell’extrascuola e in special modo nei musei, diventa essenziale questo approccio allo studio e alla sperimentazione dell’arte. Fare arte a scuola, cioè, significa laboratorio ma anche progetto. I due modi di fare didattica dell’arte si integrano. L’arte si fa e l’arte si legge, insomma. La piena comprensione dell’arte e una competenza attiva di questa disciplina si rendono così effettive.

La didattica museale

Ed è il modo in cui opera la didattica museale. Per rendere viva l’esperienza museale, infatti, si lavora su due fronti:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • facendo praticare agli alunni le stesse tecniche e competenze adoperate dai creatori/autori del pezzo artistico in questione (e spesso questo metodo è tanto più efficace quanto meglio il docente riesce a servirsi della didattica ludica);
  • e facendo condividere agli alunni parte della vita e della cultura dei creatori/autori del pezzo artistico, in una sorta di immersione storica in una precisa civiltà, al modo in cui fanno le Città della scienza con le loro sezioni preistoriche o tecnologiche.

Ma l’arte come progetto significa anche altro, laddove l’arte riesca a travalicare anche le proprie questioni, divenendo risorsa simbolica attorno a cui costruire pensiero, concetti, idee. L’arte esce fuori da se stessa per diventare occasione di dialogo e di ricerca.

Il corso

Su questi argomenti il corso della nostra formatrice Emanuela Giulietti, in programma il 15 e il 18 settembre, dalle ore 16 alle ore 18.

Per saperne di più vai al link:

SAPER LEGGERE L’ARTE – 5ª ed.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese