Home Personale Assegnazione di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento di compiti...

Assegnazione di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento di compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica

CONDIVIDI

In applicazione della legge 128/2013 per l’a.s. 2014/2015 è confermata la riduzione del contingente da 300 a 150 unità riferito alle assegnazioni di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento di compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica.

Lo ha precisato il Miur con l’annuale circolare dedicata alle assegnazioni (C.m. n. 30 del 18 febbraio 2014), con la quale ha fornito indicazioni per il prossimo anno scolastico.

Icotea

La durata massima del collocamento fuori ruolo resta fissata in due anni scolastici, salva motivata revoca del corrispondente incarico da parte della stessa amministrazione.

Per l’esatta individuazione dei compiti connessi con l’attuazione della autonomia scolastica, queste sono, a titolo esemplificativo, le aree interessate:

  • sostegno e supporto alla ricerca educativa e alla didattica, in relazione alla attuazione dell’autonomia: supporto alla pianificazione dell’ offerta formativa, con particolare riferimento ai processi di innovazione in atto, iniziative di continuità tra i vari gradi di scuola, organizzazione flessibile del tempo scuola, formazione e aggiornamento del personale, innovazione didattica, progetti di valutazione e qualità della formazione, progetti di carattere internazionale, attività di orientamento, attuazione del diritto-dovere all’istruzione e all’istruzione e formazione professionale, ecc.;
  • sostegno e supporto per l’attuazione dell’autonomia nel territorio, ai processi organizzativi e valutativi dell’ autonomia scolastica (documentazione, consulenza, iniziative di sportello, monitoraggio, valutazione ecc.)
  • sostegno alla persona e alla partecipazione studentesca: alla educazione degli adulti, educazione alla convivenza civile (alla cittadinanza, stradale, ambientale, alla salute, alimentare, all’affettività), integrazione scolastica dei soggetti disabili, pari opportunità donna-uomo, dispersione scolastica, disagi della condizione giovanile, consulte provinciali studentesche, orientamento scolastico, attività complementari e integrative;
  • raccordi interistituzionali (alternanza scuola – lavoro, esperienze formative e stage) istruzione e formazione superiore integrata, rapporti col territorio;
  • gestione e organizzazione, ivi compresi i supporti informativi (organi collegiali, attivazione di reti di scuole, utilizzo delle nuove tecnologie, ecc.).

la procedura per la presentazione delle domande prevede una prima informativa da parte dei Dipartimenti, Direzioni Generali ad essi afferenti e Uffici Scolastici Regionali, che in base al numero di unità del contingente assegnato, dovranno dare comunicazione alle organizzazioni sindacali del comparto scuola e dell’area V della dirigenza scolastica, aventi titolo alla contrattazione decentrata, dei posti disponibili, dei criteri di selezione del personale e della durata dell’ assegnazione.

L’avviso della procedura di selezione deve essere affisso all’albo degli uffici entro il giorno 9 maggio 2014.

Le domande del personale interessato, riferite alle assegnazioni con decorrenza dall’anno scolastico 2014/15, devono essere inviate all’ufficio centrale o regionale richiesto entro e non oltre il 23 maggio 2013.

Il personale da collocare fuori ruolo deve aver superato il periodo di prova. Il servizio prestato in posizione di collocamento fuori ruolo dai dirigenti scolastici e dai docenti è valido come servizio di istituto per il conseguimento di tutte le posizioni di stato giuridico ed economico nelle quali sia richiesta la prestazione del servizio medesimo.