Assegnazioni provvisorie, quante sono le preferenze esprimibili?

CONDIVIDI

Il nuovo appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulle assegnazioni provvisorie.

DOMANDA n. 1

Icotea

Se chiedo il ricongiungimento per il comune X, sono obbligato a mettere come prime preferenze le scuole del comune X e lo stesso comune X, prima di inserire altri comuni?

RISPOSTA

Il docente che aspiri all’assegnazione provvisoria per ricongiungimento ai genitori, al coniuge, alla parte dell’unione civile, al convivente e/o ai figli dovrà indicare come prima preferenza il comune di ricongiungimento o distretto sub-comunale oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso. Nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non esistano scuole esprimibili è possibile indicare una scuola di un comune viciniore oppure una scuola con sede di organico in altro comune anche non viciniore che abbia una sede/plesso nel comune di ricongiungimento. L’indicazione dell’intero comune (o distretto sub comunale) di ricongiungimento è obbligatoria, anche in caso di comuni ove vi sia una sola istituzione scolastica, qualora si intenda esprimere preferenze (sia di singola scuola, sia sintetiche) per altro comune.

DOMANDA n. 2

Quante sono le preferenze esprimibili in caso di assegnazione provvisoria?

RISPOSTA

Per la scuola secondaria di I e II grado, l’aspirante all’assegnazione provvisoria può esprimere al massimo 15 preferenze tra scuole, comuni, distretti e provincia. Per la scuola primaria e per l’infanzia si possono al massimo esprimere 20 preferenze tra scuole, comuni, distretti e provincia.

DOMANDA n. 3

L’assegnazione provvisoria nel comune di ricongiungimento anche per altre classi di concorso rispetto la propria classe di concorso di titolarità, precede un’assegnazione sulla classe di concorso di titolarità ma in comune diverso a quello di ricongiungimento?

RISPOSTA

L’assegnazione provvisoria in scuole del comune di ricongiungimento precede l’assegnazione per scuole di diverso comune anche rispetto alle richieste di classi di concorso o posti di grado diversi da quello di appartenenza.