Home Personale Assunzioni Fase C, il 10 novembre proposta Miur via e-mail: le risposte...

Assunzioni Fase C, il 10 novembre proposta Miur via e-mail: le risposte entro il 20

CONDIVIDI
  • Credion

Dopo le anticipazioni, l’ufficialità: il Miur ha comunicato ai sindacati che le proposte delle 55mila assunzioni della fase C del piano assunzioni si concretizzeranno il 10 novembre.

La proposta avverrà per posta elettronica all’indirizzo indicato nella domanda. A riferirlo è stata la Flc-Cgil, che nell’occasione è tornata a chiedere la “totale trasparenza delle procedure e di pubblicazione delle graduatorie degli aspiranti in modo da garantire la possibilità di controllo delle assegnazioni”.

Icotea

E il sindacato condotto da Mimmo Pantaleo non si è fermato alle richieste: “in considerazione che si tratta di un atto dovuto, in assenza di risposte concrete procederemo con una formale diffida e con eventuali altre azioni di tutela dei lavoratori”.

Il Miur ha anche comunicato che i docenti dovranno accettare la proposta o rinunciare entro il 20 novembre: l’orario esatto della scadenza per decidere se dire sì o no all’immissione in ruolo, la cui sede anche in questa fase sarà decisa dall’algoritmo del Miur, sarà indicato nella mail della proposta.

La Flc-Cgil ricorda anche ai candidati le conseguenze di un eventuale rifiuto: “la mancata accettazione entro il predetto termine perentorio produce gli stessi effetti della rinuncia [cancellazione da tutte le graduatorie ad esaurimento e del concorso 2012]”.

È bene anche sapere che anche per la fase F di immissioni in ruolo, “i docenti nominati potranno non raggiungere la sede assegnata se hanno già stipulato un contratto a tempo determinato (annuale o fino al termine delle attività didattiche [30/06]) entro il 20 novembre, termine ultimo per l’accettazione della nomina in ruolo”.

 

{loadposition bonus}

 

Il sindacato Confederale, infine, ricorda che “è in corso la ripubblicazione delle graduatorie d’istituto (aggiuntiva della II fascia e sostegno) e che pertanto entro quella data dovrebbero cessare tutte le supplenze fino all’avente diritto (salvo quelle sugli esoneri dei vice presidi)”.

Come già riferito nei giorni scorsi, la Fase C (che porterà ad ogni istituto autonomo tra i 3 e gli 8 docenti in più, a seconda del numero di alunni iscritti e della complessità della scuola), porterà in prevalenza docenti della scuola primaria delle province di Roma, Milano e Napoli, dove si registrano rispettivamente 1.266, 1.127 e 968 proposte di assunzione.

Corposo anche il contingente, sempre di maestri delle ex elementari, di Torino, dove si contano 620 proposte di assunzione. Seguono, sempre per l’assegnazione di nuovi docenti alla primaria, Bari(473), Palermo(386), Firenze(368), Catania(337) e Vicenza(294).

In questa fase, l’ultima del piano di assunzioni di docenti dell’anno scolastico 2015/16, la disciplina a prevalere di gran lunga sulle altre è stata la A019 (discipline giuridiche ed economiche alle superiori), per la quale gli Usr hanno complessivamente comunicato di voler immetter in ruolo 4.297 insegnanti.

Ricordiamo che inun unico articolo La Tecnica della Scuola ha di recente anche pubblicato i decreti dei vari uffici scolastici regionali, riguardanti sempre la Fase C della Legge 107/15.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola