Home Attualità Autogestioni e scioperi, via libera di Salvini: non fanno male a nessuno

Autogestioni e scioperi, via libera di Salvini: non fanno male a nessuno

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Non ha detto la sua solo sui compiti delle vacanze, che vorrebbe vedere ridotti, il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, nel corso della videochat di Skuola.net a cui ha partecipato lunedì 17 dicembre.

“Basta che non facciano vandalismi”

Il leader della Lega ha anche fatto riferimento alle autogestioni, che negli ultimi anni stanno creando non pochi problemi alla continuità didattica delle scuole. E pure sugli scioperi.

“A 15 anni ho fatto tante autogestioni, ho fatto scioperi per la Palestina, l’Afghanistan. Era un’occasione per andare a Milano a via Torino”, ha detto Salvini.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Tutti a 15 anni hanno voglia di esprimersi, basta che non facciano vandalismi, qualche giorno di autogestione non fanno male a nessuno”, ha concluso il vicepremier.

I presidi cosa diranno?

Un’altra presa di posizione, quella di Salvini, che potrebbe non trovare d’accordo diversi addetti ai lavori.

Soprattutto riguardo alle autogestioni: tra i presidi, infatti, occupazioni e autogestioni degli istituti non sono delle espressioni di protesta bene accolte.

Sugli scioperi, invece, ogni studente si assume le sue responsabilità.

Preparazione concorso ordinario inglese