Home Personale Autonomia scolastica, tra le priorità la nascita di nuove figure di coordinamento

Autonomia scolastica, tra le priorità la nascita di nuove figure di coordinamento

CONDIVIDI
  • GUERINI

Per la nuova autonomia scolastica quali funzioni, quali competenze, quale ruolo spetta alle figure di coordinamento? 

Tra le priorità tematiche nazionali  previste dal Piano per la formazione vi è l’autonomia organizzativa e didattica che presuppone forme di coordinamento volto a valorizzare le risorse e le attività messe in campo per raggiungere i risultati fissati nel Piano triennale dell’offerta formativa. Il coordinamento a diversi livelli implica il possesso di competenze di tipo organizzativo, didattico, disciplinare, relazionale.

Icotea

La Tecnica della Scuola, per i giorni 18 e 24 novembre dalle ore 16.30 alle ore 18.30 ha attivato un corso online in modalità webinar incentrato proprio sulle FIGURE DI COORDINAMENTO E LE LORO COMPETENZE, in cui saranno affrontati i seguenti temi:

  • Le competenze dei docenti, secondo il Piano di formazione 2016-2019, e del dirigente secondo le Linee guida (attuazione Direttiva n. 36/2016)
  • Il coordinamento nella gestione e nell’organizzazione della scuola
  • Il coordinatore di dipartimento: il ruolo e le funzioni
  • Il coordinatore di classe e di interclasse: la gestione del consiglio nella prospettiva di una formazione volta a valorizzare le differenze come risorsa comune
  • Il coordinatore di indirizzo: la cura organizzativa e didattica per fare emergere le specificità di ogni indirizzo di studio
  • Il coordinatore per il sostegno: l’inclusione scolastica e sociale degli studenti con esigenze formative speciali
  • Il coordinatore delle macroaree organizzative: organizzare le attività della scuola in riferimento al Piano triennale dell’offerta formativa
  • Il coordinatore del PNSD: l’animatore digitale

Per iscriversi al corso e per tutte le informazioni CLICCA QUI