Home Personale Avvio anno scolastico, Tindiglia (GILDA) servirebbe migliore organizzazione

Avvio anno scolastico, Tindiglia (GILDA) servirebbe migliore organizzazione

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Visto il grande lavoro che viene fatto dagli uffici scolastici regionali e provinciali, nel mese di agosto, per garantire l’avvio dell’anno scolastico, abbiamo ascoltato le osservazioni del Coordinatore regionale della Gilda Calabria Antonino Tindiglia.

Anticipare le operazioni sarebbe possibile

Ogni anno ripeto, ci spiega Antonino Tindiglia della Gilda Unams, quasi fossi un disco rotto che non è questa la strada da seguire per organizzare il nuovo anno scolastico. Dovrebbero essere poche le operazioni da svolgere in questo periodo estivo, solo utilizzazioni, assegnazioni provvisorie e nomine a tempo determinato, specifica il sindacalista della Gilda. Tutte le altre operazioni, continua Tindiglia, potrebbero essere anticipate tranquillamente di almeno un mese e fatte con serenità, se solo si pensasse di programmare per tempo le varie incombenze e non pretendere uno sforzo sovrumano dagli impiegati.

Esempi delle operazioni da anticipare

Ecco alcuni esempi di operazioni che possono essere anticipare e segnalate dal sindacalista della Gilda Nazionale:
• mutamenti di incarico dei Dirigenti scolastici (ancora ci sono scuole prive del nuovo dirigente) ma si sa già da marzo quali sono quelle scuole che resteranno senza DS per la quiescenza del titolare;
perché dal ministero non è stato disposto da subito la sostituzione e l‘immissione in ruolo dei nuovi DS?
• I trasferimenti del personale sono stati diffusi il 29 giugno. Perché non sono stati disposti da subito le immissioni in ruolo del nuovo personale sulle sedi rimaste vacanti per la quota spettante all’immissione in ruolo?
• Supplenze fino al 30 giugno o 31 di agosto, gli elenchi delle GPS sono stati formulati entro il 6 di agosto con procedure informatizzate che prevedono la pubblicazione delle graduatorie definitive con un alto grado di errori per un inserimento mai sperimentato ed un sistema che continuamente si
bloccava per l’altro numero di collegamenti ed la contemporanea gestione di procedure diverse (concorsi straordinari, concorsi ordinari, utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie, compilazione Graduatorie Provinciali Supplenze mai sperimentate prima che hanno comportato un continuo
aggiustamento in itinere con alte percentuali di errori); perché le graduatorie che hanno durata biennale o triennale non devono essere compilate durante i mesi invernali ed invece si chiede la loro
compilazione a ridosso delle operazioni di conferimento incarichi?
• Le stesse problematiche valgono per il personale ATA. Si rammenta che mancano molti DSGA, ed ancora non è stata completata la procedura dei concorsi. Molte scuole partiranno senza DSGA.

ICOTEA_19_dentro articolo

Problematiche per imissioni in ruolo

Il sindacalista della Gilda, Antonino Tindiglia, fa presente che per le immissioni in ruolo sono state previste procedure nuove
(mai sperimentate) tutte informatizzate, dalla convocazione, alla scelta della sede on line, ma il MI ha comunicato (proprio in questo stesso periodo) che la casella di posta elettronica @istruzione.it sarà migrata su @posta.istruzione.it, col rischio che molti colleghi non si troveranno le comunicazioni per la nomina in ruolo e rischiano di vedersi assegnata una sede d’ufficio non desiderata con ulteriore danno e beffa.

Cal veloce e blocco quinquennale

Si è appreso, conclude Tindiglia, che delle immissioni in ruolo previste molte cattedre non saranno assegnate per mancanza di aspiranti sia nei concorsi ordinari del 2016, riservati del 2018 e nelle GAE. Questa è una previsione che riguarda tutta l’Italia dove su 85.000 immissione in ruolo si prevede che ne saranno effettuate solo il 25%. Per questo è previsto una nuova fase, la Call Veloce che dovrebbe consentire a chi si trova nelle GAE e nelle graduatorie dei concorsi molto affollati di spostarsi in altra regione (però ci dovrà restare per almeno 5 anni).

Preparazione concorso ordinario inglese