Home I lettori ci scrivono Basta con le porcate di questo Governo

Basta con le porcate di questo Governo

CONDIVIDI
  • Credion

Sono un docente di liceo, mi rivolgo a tutti i colleghi e le colleghe d’Italia,dopo l’ennesimo atto ignobile di questo Governo di revocare gli scatti del 2013, non abbiamo altre strade per manifestare la nostra indignazione, quella di scioperare e di iniziare a far sentire la nostra rabbia, siamo offesi e umiliati, la nostra professione sta diventando cosi miserabile che cominciamo a perdere la dignità per il modo in cui il Governo ci tratta.
Gli sprechi, le prebende, i miliardi di euro dei privilegi, questo Governo nemmeno ha tentato di eliminarli per non far dispiacere evidentemente agli amici della cricca, della casta, ma come al solito, ha preferito senza pudore prendere i soldi, guarda caso, sempre dalle tasche degli insegnanti.
Ora BASTA, colleghi d’Italia, se abbiamo DIGNITA’, passiamo ai fatti, cominciamo a sbattere i piedi per terra prima che sia troppo tardi, prima che questi politicanti delinquenti, ci tolgono anche la dignità di professionisti,non dobbiamo più né resistere, né rassegnarci,dobbiamo solo AGIRE, gli strumenti ci sono, creiamo una rete nazionale di coordinamento dei docenti di ogni ordine e grado,quelli di ruolo e precari, e diciamo basta uniti, solo cosi determinati, questo e i futuri Governi della cricca, potranno prenderci in considerazione, fino ad ora la nostra debolezza, la nostra rassegnazione ha solo alimentato l’arroganza dei Governi che ci hanno trattato come schiavi.
Prima Brunetta e Tremonti, poi Monti e ora Letta, tutti uguali, tutti con lo stesso copione in mano, ossia abbattere la scuola pubblica e trattare come merce gli insegnanti italiani, non dobbiamo più stare zitti, se falliremo ora, ci affosseranno per sempre e saremo ridotti a essere i nuovi poveri della società.