Home Alunni Boom studenti italiani nei concorsi internazionali

Boom studenti italiani nei concorsi internazionali

CONDIVIDI
  • Credion

Gli studenti italiani brillano nei concorsi internazionali. A darne notizia è Fast-Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, tesa a valorizzare le eccellenze del nostro paese.

Dopo la premiazione dei finalisti de “I giovani e le scienze 2016” dell’11 aprile, concorso organizzato proprio Fast, selezione per il 28° concorso dell’Unione europea e per i più prestigiosi eventi internazionali degli studenti eccellenti, ecco i primi viaggi a Houston e a Phoenix negli Stati Uniti, rispettivamente a fine aprile e nella seconda settimana di maggio dove due lavori made in Italy sono stati premiati.

Icotea

Fabio Bronzin, Matteo Cividino, Lorenzo Marano del Malignani di Udine, tutti del 1997, con il progetto “Partizione degli assimilati e miglioramento della qualità della produzione delle piante: utilizzo di un tracciante fluorescente”, si sono aggiundicati la medaglia d’argento in Texas, alla 8a edizione di Isweeep, l’olimpiade dei progetti relativi a ambiente energia ingegneria. L’impresa dei giovani studenti è data anche in rapporto alla grande e stratificata partecipazione: oltre 400 lavori realizzati da 700 candidati provenienti da 61 paesi dei cinque continenti e da 40 stati degli Usa.

L’altro riconoscimento messo a segno dagli studenti italiani è opera di Emma Bordigoni (1997) e Matteo Monni (1996) del “Giua” di Cagliari, inviati a difendere i colori italiani alla 59a Isef, la fiera internazionale della scienza e dell’ingegneria, che quest’anno si è tenuta a Phoenix in Arizona, il più grande appuntamento mondiale per gli allievi delle superiori: Con il progetto “CO.N.SER.VA.A. (COld Natural Sterilization through Electromagnetic Radiations and VAcuum for Aliments)”, i ragazzi sardi salgono sul podio per ritirare medaglia e assegno di un meritato quarto posto nel settore energia, a fronte di più di 1.800 partecipanti da tutto il mondo con un migliaio di lavori.
Ma non è finita qui: si attendono infatti altri concorsi in cui gli studenti italiani vorranno dire la loro. I principali appuntamenti sono:

. INESPO, il concorso sull’ambiente in Olanda

. IWRW, la settimana Scienza natura in Svizzera

. ESE, l’Esposizione scientifica europea di Milset a Tolosa

. LIYSF, il Forum internazionale della scienza per i giovani a Londra

. SJWP, il premio acqua di Stoccolma

. EUCYS, il concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati a Bruxelles

. MOSTRATEC, la fiera tecnologica a Novo Hamburgo in Brasile

. EXPO SCIENCE, l’esposizione scientifica del Messico a Villahermosa

. lo stage presso il Centro 3M di Milano

. la settimana all’Osservatorio astronomico di Asiago.

Inoltre ci sono gli eventi già confermati per il 2017: la fiera scientifica di Taipei; l’esposizione scientifica in Spagna e Belgio.

Stimolati dal successo, commenta il presidente Fast Stefano Rossini, pensiamo al futuro: Fast ripropone ‘I giovani e le scienze’ anche per il 2017, sempre nell’interesse dei più meritevoli e per la buona scuola”.
Le candidature devono arrivare alla segreteria del concorso entro il 10 febbraio 2017. L’esposizione dei migliori progetti selezionati dalla Giuria è prevista dal 25 al 27 marzo 2017 nella sede Fast di Milano.