Home Alunni Borse di studio Inps per soggiorni in Italia e all’estero: scadenza 2...

Borse di studio Inps per soggiorni in Italia e all’estero: scadenza 2 marzo 2018

CONDIVIDI

Anche quest’anno, i figli o orfani ed equiparati dei dipendenti pubblici possono presentare domanda per ottenere contributi dall’Inps per soggiorni estivi in Italia e all’estero.

L’Istituto pensionistico ha infatti pubblicato due bandi EstateINPSieme.

Icotea

Il primo bando per i soggiorni in Italia si rivolge a studenti che frequentino nell’anno scolastico 2017/2018 la scuola primaria (scuola elementare), la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e, in caso di studenti disabili, ex art. 3, commi 1 e 3, della legge 104/92 o invalidi civili al 100%, la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore).

Il secondo bando per i soggiorni all’estero (in paesi europei ed extra europei) è invece riservato a studenti iscritti nell’anno scolastico 2017/2018 alla scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore).

Per entrambi i bandi è possibile presentare la richiesta entro le ore 12 del 2 marzo 2018.

Corsi di lingue all’estero

Oltre ai bandi EstateINPSieme 2018, l’Inps ha pubblicato anche un bando di concorso per corsi di lingue all’estero (soggiorni studio) finalizzati a sostenere gli esami per la certificazione del livello di conoscenza della lingua secondo il Quadro Comune Europeo di riferimento (CEFR) 2018.

Il bando è riservato a studenti che hanno almeno 16 anni e frequentano nell’anno scolastico 2017/2018 la classe seconda, terza, quarta o quinta di una scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore).

I destinatari sono anche in questo caso figli o orfani ed equiparati di dipendenti pubblici.

Il beneficio è incompatibile con quello attribuito dal Programma ITACA per l’anno scolastico 2017/2018 e 2018/2019 e con i benefici relativi al Bando EstateINPSieme 2018.

L’importo massimo di ciascun contributo è pari a complessivi € 3.900 articolato nella seguente modalità:

  • fino ad un massimo di € 300 a settimana per il costo del corso di lingua compreso l’esame per ottenere la certificazione;
  • fino ad un massimo di € 400 a settimana per accomodation (vitto e alloggio);
  • fino ad un massimo di € 400 per il viaggio una tantum.

La domanda deve essere trasmessa dal richiedente la prestazione entro le ore 12,00 del giorno 2 marzo 2018.

Scarica il bando