Home Attualità Bussetti: “Rafforzare il sistema universitario e della ricerca” 

Bussetti: “Rafforzare il sistema universitario e della ricerca” 

CONDIVIDI

Nel programma di oggi del Technology Forum 2018 di “The European House-Ambrosetti”, un importante evento che si tiene nel nostro paese era presente il Ministro Marco Bussetti. The European House-Ambrosetti per il quinto anno consecutivo è stata nominata nella categoria “Best Private Think Tank”, prima in Italia e nella top ten d’Europa nell’edizione 2017 del Global Go To Think Tank index Report dell’università della Pensylvania.

Un think tank è un istituto che si occupa di analizzare le politiche del settore pubblico.

Icotea

Nell’edizione 2018 il  Technology Forum è dedicato – come ha spiegato lo stesso Bussetti che vi ha partecipato – al ruolo dell’innovazione nelle scienze della vita per la crescita e la competitività del Paese. Un’occasione per il titolare di Viale Trastevere per riflettere sullo stato della ricerca nel nostro paese e gli impegni del governo perché essa diventi il motore dell’innovazione.

In un post pubblicato sul suo profilo Facebook, Bussetti scrive “il compito che un governo si deve porre è quello di creare un ecosistema che consenta lo sviluppo delle sinergie necessarie affinché la ricerca diventi veramente il cuore dell’innovazione”. Ed è quello a cui stiamo lavorando. Dobbiamo rafforzare il sistema universitario della ricerca”.

Parole che si presentano anche come una speranza per tanti giovani che spesso sono costretti ad abbandonare il nostro paese diventando “cervelli in fuga” e che suonano anche come una buona occasione per realizzare un piano di sviluppo che possa contare sul mondo accademico italiano, che può contare sui migliori ricercatori, ma che non ha i numeri di altri paesi quanto a brevetti industriali.

“Oggi è fondamentale – scrive il titolare di Viale Trastevere – recuperare risorse per garantire migliori trattamenti economici ai nostri giovani ricercatori. Dobbiamo aumentare il numero di borse di dottorato, incentivare il dottorato industriale, prevedere l’introduzione di sgravi fiscali per le aziende che scelgono di assumere dottori di ricerca”. Si tratta dome ammette lo stesso Bussetti, “di misure semplici, ma concrete, per favorire il rapporto sinergico tra università e imprese”.