Home Attualità Camilleri ricoverato in ospedale per arresto cardiaco: è in gravi condizioni

Camilleri ricoverato in ospedale per arresto cardiaco: è in gravi condizioni

CONDIVIDI

Lo scrittore Andrea Camilleri, 93 anni, è ricoverato al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito di Roma per un arresto cardiaco.

Il bollettino medico delle ore 17, circa 7 ore dopo il ricovero, ha spiegato che “lo scrittore è arrivato con un arresto cardiocircolatorio. In pronto soccorso è stata praticata la rianimazione cardio-respiratoria che ha permesso il ripristino dell’attività cardiocircolatoria. Camilleri è in rianimazione con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico”.

Notizia in aggiornamento

ICOTEA_19_dentro articolo

Una vita piena di successi e la ribalta con il “Commissario Montalbano”

Una vita impegnatissima ancora oggi, nonostante la carta d’identità reciti: nato a Porto Empedocle il 6 settembre 1925.

Andrea Camilleri è sposato con Rosetta Dello Siesto dal 1957. Lo scrittore ha tre figli, e quattro nipoti. Camilleri è anche regista, drammaturgo e docente all’Accademia d’Arte drammatica Silvio D’Amico.

Camilleri è indissolubilmente legato alla figura del commissario Montalbano, personaggio che appare per la prima volta nel 1994 quando pubblica “La forma dell’acqua” e portato alla ribalta dalla serie televisiva in onda in Rai fin dal 1999 con protagonista l’attore Luca Zingaretti e grande successo di pubblico.

Da qui in poi arrivano titoli che sono diventati tra i più famosi, come  “Il birraio di Preston” e “La mossa del cavallo”. I libri di Camilleri sono stati tradotti in 120 lingue. Con i suoi racconti ha venduto oltre 30 milioni di copie in tutto il mondo. Solo di pochi giorni fa l’uscita del suo libro “Il cuoco dell’Alcyon”, edito con la casa editrice “Sellerio”.

Si stava preparando al debutto nei panni di Caino alle Terme di Caracalla previsto per il 15 luglio, nell’ambito della programmazione estiva del Teatro dell’Opera di Roma.

Sui social tante le testimonianza d’affetto del mondo della cultura e dei lettori.

Camilleri: è sbagliato dare tanto potere ai presidi

Camilleri, tagli a cultura e istruzione minacciano avvenire