Home Personale Campione (PD): “Per la fase C delle immissioni in ruolo, non ci...

Campione (PD): “Per la fase C delle immissioni in ruolo, non ci saranno rinvii”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

ICOTEA_19_dentro articolo

Dopo l’ufficialità del rinvio del termine per la definizione del Piano triennale dell’offerta formativa, fissato inizialmente, a rigore di legge, alla data del 31 ottobre 2015, e posticipato al 16 gennaio 2016 dalla nota Miur n. 2157 del 5 ottobre 2015, si è temuto di un rinvio anche riferito alle prossime immissioni in ruolo della fase C. A rassicurare sul buon esito delle prossime immissioni in ruolo è Marco Campione, Capo segreteria del sottosegretario al Miur Davide Faraone. Campione con un cinguettio emesso dal popolare social network Twitter scrive: “Leggo di improbabili rinvii della Fase C. Scuole indicano ora fabbisogno potenziamento e POF triennale a gennaio. #labuonascuola nn si ferma”. Quindi il rinvio a gennaio 2016 per la definizione e l’approvazione del Ptof, non ha nulla a che vedere con conseguenti rinvii delle prossime immissioni in ruolo della fase C.

Quindi quando saranno definite le prossime immissioni in ruolo? Bisogna dire che nella legge 107/2015, per la fase C, non è stata inserita una data esatta, nel timore che le complicate procedure potessero slittare e non fare rispettare i tempi. Ma adesso che tutto si sta definendo dal punto di vista organizzativo, il periodo di fine novembre 2015 è quello indicato come più probabile dal Miur. Infatti Marco Campione ha confermato che la macchina delle assunzioni da adottare con la fase C è ormai pronta e non tarderà a dare il suo responso.

Per la verità, essendo realisti, la data più probabile per queste immissioni in ruolo è la prima decade di dicembre. Infatti le scuole dal 15 al 20 ottobre dovranno caricare al Sidi i loro fabbisogni, per tale motivo in questi giorni, in moltissime scuole italiane, sono convocati i collegi dei docenti e i consigli d’Istituto, al fine di acquisire le delibere necessarie per l’organico potenziato, poi la palla passa agli USR che entro il 22 ottobre adotteranno il decreto di ripartizione dei posti comuni della scuola secondaria per classi di concorso, nonché di ripartizione dei posti di sostegno previsti nella tabella per gradi di istruzione e per la scuola secondaria di II grado per aree disciplinari, ed infine entro il 20 novembre l’organico potenziato verrà distribuito alle singole scuole secondo i parametri previsti dalla legge 107/2015.

In buona sostanza non prima del 20 novembre potranno essere individuati gli aventi diritto al ruolo e tenendo conto che dovranno essere inviate le email per la conferma dell’accettazione del ruolo da parte del docente e che ci sono 10 giorni di tempo per accettare o rifiutare, pare scontato che si vada a finire a dicembre. Ma quello che è scontato, secondo il tweet di Marco Campione è che per la fase C delle immissioni in ruolo, non ci saranno rinvii.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese