Home Attualità Carta del docente usata irregolarmente, sanzionati 31 insegnanti

Carta del docente usata irregolarmente, sanzionati 31 insegnanti

CONDIVIDI

Utilizzavano la Carta del docente per beni diversi da quelli consentiti dalla norma. Con quest’accusa sono stati sanzionati dalla Guardia di Finanza di Macerata 31 docenti e due esercizi commerciali.

I controlli della Finanza hanno fatto emergere nel 2018 la vendita di beni a docenti fruitori dell’agevolazione da parte di due enti accreditati al Miur. I docenti avrebbero acquistato beni diversi da quelli consentiti con i 500 euro a disposizione della Carta del docente. A ciascuno è stata applicata la sanzione del pagamento di una somma di denaro pari al triplo del valore del buono. Per i due commercianti sanzione cumulativa di circa 5.600 euro l’uno e di oltre 35mila euro l’altro.

Icotea

Il Miur ha attivato la procedura di azione di blocco e recupero delle fruizioni indebite verificate durante i controlli eseguiti.

Cosa si può acquistare con il bonus carta docente 500 euro

I 500 euro per i docenti si possono spendere in diversi modi:

  • libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni e riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, e-book reader, tablet, strumenti di robotica educativa;
  • software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.