Home Archivio storico 1998-2013 Generico Cerimonia di apertura anno scolastico 2011/2012

Cerimonia di apertura anno scolastico 2011/2012

CONDIVIDI
“Evidenziare la centralità del ruolo della scuola nella vita e per lo sviluppo del nostro Paese sottolineando l’importanza dell’istruzione e della formazione per la crescita umana, civile e culturale delle giovani generazioni”.
Questo il principio attivo che spinge il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, alla tradizionale cerimonia inaugurale di apertura dell’anno scolastico con l’incontro di alcune rappresentanze del mondo della scuola e la valorizzazione delle sue eccellenze.
Anche per l’anno scolastico 2011/2012, dunque, nell’ultima settimana del mese di settembre, alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, delle massime Autorità dello Stato e con la partecipazione di esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo, si terrà la cerimonia di apertura del nuovo anno scolastico. Luogo dell’evento la prestigiosa sede del Cortile d’Onore del Quirinale.
Per l’occasione, il Miur ha emanato la nota prot. n. 3568 del 26 aprile 2011 con la quale indica alcune direttive agli uffici scolastici regionali invitandoli, per favorire la riuscita dell’iniziativa, ad individuare e segnalare le istituzioni scolastiche del territorio di competenza che si siano particolarmente distinte nella realizzazione di progetti di significativo rilievo sui grandi temi della democrazia, dell’intercultura, del rispetto dell’ambiente, della legalità ed in particolare, tra questi, “Cittadinanza e Costituzione”.
Quest’anno, in occasione della cerimonia inaugurale, si darà rilievo anche alle attività svolte dalle scuole durante l’anno scolastico in corso, in occasione della celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
I progetti, gli studenti e le eccellenze saranno, quindi, valorizzati durante la trasmissione televisiva “Tutti a scuola”, che andrà in onda, come ogni anno, su Rai 1 e durante la quale sarà trasmesso il messaggio del presidente Giorgio Napolitano e il saluto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca agli studenti e alle loro famiglie.
Il Miur, inoltre, sottolinea che, per favorire il consenso di pubblico della trasmissione e per soddisfare i criteri di selezione adottati dalla Rai nelle precedenti edizioni di “Tutti a scuola”, è necessario selezionare progetti che prevedano espressioni di libera “creatività” degli allievi su musica, teatro, danza, cinema, arte, moda.
Tra i lavori realizzati dalle scuole, ciascuno ufficio scolastico regionale ne selezionerà almeno 5 che dovranno essere inviat i- entro e non oltre il 10 giugno – alla Direzione generale per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione – Ufficio III – Viale Trastevere, 76/A – 00135 Roma.
La commissione esaminatrice sarà composta da esperti del Ministero dell’istruzione e della Rai e sceglierà le migliori esperienze.
Per saperne di più è possibile scrivere a: [email protected] o telefonare ai numeri 06-58493657/2973/3622.
CONDIVIDI