Home I lettori ci scrivono Che fine ha fatto il patto di corresponsabilità educativa?

Che fine ha fatto il patto di corresponsabilità educativa?

CONDIVIDI

Che fine ha fatto la revisione del PATTO DI CORRESPONSABILITA’ EDUCATIVA, approvata all’unanimità dalle 7 associazioni che allora componevano il FoNAGS, Forum Nazionale delle Associazioni dei Genitori nella scuola?
Perché non è stata ancora resa pubblica?
“Le associazioni aderenti al FONAGS che hanno sottoscritto all’unanimità il documento di revisione sono: AGE (Associazione Italiana Genitori), AGESC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche), CGD (Coordinamento Genitori Democratici), FAES (Famiglia e Scuola), MOIGE (Movimento Italiano Genitori), CARE (Coordinamento delle Associazioni Familiari Adottive e Affidatarie in Rete), AGEDO (Associazione Genitori di Omosessuali).”
(A Febbraio 2020 sono entrate nel FONAGS altre 3 associazioni:
ARTICOLO 26, GENERAZIONE FAMIGLIA e FAMIGLIE ARCOBALENO).

Propongo ai Presidenti di Consiglio d’Istituto di inserire nell’Ordine del Giorno di in una prossima seduta del Consiglio d’Istituto il punto:

  • Lettera al MIUR per richieste sul Patto di Corresponsabilità Educativa.
    In tale lettera si dovrebbe esprimere la richiesta di sapere in merito al Patto di Corresponsabilità Educativa approvato all’unanimità dal FoNAGS il 1° marzo 2018, chiedere il motivo della sua mancata pubblicazione e chiedere, in ogni caso, di avere quel testo, quel Patto di Corresponsabilità Educativa del 1° marzo 2018.


La stesura di tale lettera potrebbe essere fatta anche prima della seduta, ad esempio attraverso scambio di email fra i consiglieri, per arrivare poi alla seduta dovendo solo votare sull’approvazione con relativa delibera del suo invio al MIUR,
In alternativa, alla seduta del CDI, per questo punto dell’Ordine del Giorno, si potrebbe deliberare la costituzione di una apposita commissione mista, dove in ogni caso, per logica, la componente genitori o genitori e studenti dovrà essere di pari numero alla componente docenti, che si occuperà della stesura della lettera, da riportare poi in CDI ad una successiva seduta per la sua approvazione.
Tale seduta andrebbe convocata al massimo entro 15 giorni dalla costituzione della commissione mista.

Propongo altresì ai genitori e agli studenti di contattare il proprio Dirigente Scolastico e il proprio Presidente del Consiglio d’Istituto per chiedere loro di operare secondo quanto descritto prima.

Icotea


Stefano Terraneo

membro del Forags Lombardia per la associazione di genitori AGE