Home Mobilità Chiamata diretta “selvaggia”

Chiamata diretta “selvaggia”

CONDIVIDI

Richiesta di requisiti creativi, convocazioni in contemporanea e date di pubblicazione degli esiti che variano. Secondo Anief  ci sono presidi che restringono a loro piacimento i titoli di laurea per l’accesso agli insegnamenti, altri che chiedono esperienze solo nelle loro scuole o video a busto intero. Sarebbero sempre più frequenti i casi di dirigenti scolastici che stanno producendo avvisi con requisiti “creativi”, convocazioni non coordinate o con scadenze personalizzate per il conferimento dei posti liberi, per l’individuazione, tramite chiamata diretta, dei docenti trasferiti o assegnati agli ambiti territoriali. Quella che, nelle intenzioni del Governo, attraverso la Legge 107/2015, doveva essere una nuova modalità di ricerca del personale docente, per consegnare ai dirigenti scolastici non l’insegnante più bravo ma il più adatto a ricoprire il posto libero sulla base delle necessità contenute nel Pof triennale, si sta rivelando una selezione “selvaggia” e priva di regole. 

 

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

 

Le richieste di alcuni dirigenti scolastici, secondo Anief, lascerebbero esterrefatti: si va dai presidi che chiedono espressamente di aver svolto nel loro istituto attività didattica, a quelli che restringono a loro piacimento i titoli di laurea per l’accesso agli insegnamenti, producendo una chiara discrasia rispetto alla normativa che regola l’accesso alla docenza. Per non parlare, scrive Anief, di coloro che stanno chiedendo il CV corredato da un video di presentazione a mezzo o busto intero.

 Poi c’è il problema di coloro che devono presentarsi al colloquio  lo stesso giorno in più scuole lontane tra di loro ed in orari vicini, mentre altre scuole producono scadenze diversificate di pubblicazione degli esiti delle selezioni. Secondo Anief tutto l’impianto della chiamata diretta non regge.