Home Alunni Cibi etnici nelle mense a scuola? 1 genitore su 4 dice no

Cibi etnici nelle mense a scuola? 1 genitore su 4 dice no

CONDIVIDI
webaccademia 2020

I cibi etnici non sembrano entusiasmare i genitori: secondo un’analisi Coldiretti/Ixé, anche se il 43% è favorevole, 1 italiano su 4 risulta contrario alla loro presenza nelle mense scolastiche.

I dati sono stati resi pubblici dalla Coldiretti, in corrispondenza del nuovo anno scolastico. Dopo aver ricordato che “oltre la metà degli studenti fino a 13 anni che pranza a scuola”, la maggiore associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana si sofferma sul dato che il 35% dei genitori avrebbe “paura che i bambini non gradiscano il cibo, mentre il 61% ritiene che la cucina italiana sia la migliore del mondo. Al contrario – continua la Coldiretti – tra i favorevoli ai cibi etnici, l’86% sottolinea l’importanza di avvicinarsi e conoscere nuove culture”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Dall’indagine risulta anche che il 52% degli italiani considera il costo della mensa adeguato, mentre per il 25% è eccessivo.

 

{loadposition eb-motivare}

 

La situazione è meno netta sul piano della valutazione della qualità che per il 23% è positiva, per il 42% appena sufficiente e per il 20% negativa. Non è un caso, fa osservare Coldiretti, se “i bambini in sovrappeso sono oltre i 20% e quelli obesi quasi il 10% su un campione di età compresa tra gli 8 e i 9 anni. Cattive abitudini alimentari, possono essere corrette andando a lezione nelle aziende agricole in campagna dove si sono moltiplicate le fattorie didattiche in tutte le regioni”. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

Preparazione concorso ordinario inglese