Home Disabilità Come diventare docente di sostegno

Come diventare docente di sostegno [FAQ]

CONDIVIDI

Chi è l’insegnante di sostegno? Quali titoli servono? Come avviene l’assunzione?

Riportiamo di seguito le risposte ad alcune FAQ.

Icotea

Chi è il docente di sostegno?

Il docente di sostegno è uno specializzato capace di promuovere e favorire il processo apprenditivo e formativo in tutti quei soggetti che presentano delle difficoltà a livello fisico, psichico e mentale.

Quali titoli occorrono per diventare docente di sostegno?

I titoli occorrenti per diventare docente di sostegno sono:

  • laurea magistrale che dia l’accesso all’insegnamento (cfr. decreto 259 del 2017)
  • 24 CFU nelle discipline socio-psico-pedagogiche
  • titolo di specializzazione sul sostegno

Dove è possibile conseguire il titolo di specializzazione per insegnante di sostegno?

Presso le università autorizzate dal Ministero a svolgere i corsi di specializzazione

Come si accede ai corsi di specializzazione universitari?

Per accedere ai corsi di specializzazione per docente di sostegno bisogna superare tre prove:

  • Una prima prova preselettiva consistente in un test preliminare costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare una soltanto.
  • Una seconda prova scritta consistente in quesiti a risposta aperta
  • Una terza prova orale consistente in un colloquio con la commissione preposta

Quali e quante prove sono previste per il concorso per docente di sostegno?

Per il concorso per docente di sostegno sono previste quattro prove:

  • una prova preselettiva;
  • due prove scritte
  • un colloquio orale

Come avviene l’assunzione nei ruoli come docente di sostegno?

  • Superate le prove concorsuali, viene stilata una graduatoria in relazione ai punteggi acquisiti nelle prove di esame e nei titoli prodotti.
  • In ordine di graduatoria vengono convocati i docenti in rapporto al numero dei posti da coprire.
  • Il primo anno viene considerato anno di prova superato il quale si ottiene la conferma in ruolo.