Home Didattica Come fare didattica innovativa

Come fare didattica innovativa

CONDIVIDI

Queste tecniche possono essere l’una diversa dall’altra, ma l’efficacia della loro azione non cambia. Di seguito si propongono sei diverse attività che possono essere assegnate gli studenti:

1. scegliere un argomento e stimolare una discussione di gruppo o individuale

Icotea

2. progettare un sito web dove si possa aprire un forum di opinioni su un argomento specifico, sviluppare un corso e-learning che deve prevedere alcuni elementi essenziali:

– l’utilizzo della connessione in rete per la fruizione dei materiali didattici e lo sviluppo di attività formative basate su una tecnologia specifica, detta “piattaforma tecnologica”;

– l’impiego del PC (eventualmente integrato da altre interfacce e dispositivi) come strumento principale per la partecipazione al percorso di apprendimento;

– un alto grado di indipendenza del percorso didattico da vincoli di presenza fisica o di orario specifico;

– il monitoraggio continuo del livello di apprendimento, sia attraverso il tracciamento del percorso che attraverso frequenti momenti di valutazione e autovalutazione;

la valorizzazione di:

– multimedialità (effettiva integrazione tra diversi media per favorire una migliore comprensione dei contenuti);

– interattività con i materiali (per favorire percorsi di studio personalizzati e di ottimizzare l’apprendimento);

interazione umana (con i docenti/tutor e con gli altri studenti – per favorire, tramite le tecnologie di comunicazione in rete, la creazione di contesti collettivi di apprendimento).

1- scoprire/ricercare altri elementi importanti in merito ad una data area di studio proponendo piccoli gruppi di lavoro;

2- scegliere un argomento di studio campione ed introdurre il concetto/domanda “cosa accadrebbe secondo voi nel caso in cui…?”;

3- usare i forum di discussione per far dialogare gli studenti su articoli di giornale, una notizia televisiva o un servizio appena trasmesso nella cronaca sviluppare un “e-portfolio” (L’e-portfolio diventa un vero e proprio ambiente di apprendimento on line che consente allo studente di ricostruire il proprio percorso formativo attraverso una serie di strumenti che lo guidano e lo supportano in questa costruzione. Esso si articola in tre macrosezioni, che si richiamano reciprocamente e si intrecciano reticolarmente nel corso della costruzione: selezione, connessione, proiezione.

– La selezione, ovvero la raccolta della documentazione ritenuta significativa per attestare il proprio percorso, è costituita essenzialmente da prodotti dello studente, ma può contenere anche materiali che lo stesso ritiene importanti per la sua formazione.

– La seconda sezione è la connessione, in cui lo studente raggruppa i materiali scelti per costruire una narrazione che illustri il proprio apprendimento nell’ambito di una competenza.

– La terza sezione è la proiezione, l’esplicitazione della direzione verso cui lo studente intende indirizzare il proprio processo di apprendimento sulla base del cammino individuale dello studente e tenendo conto dello scenario della comunità a cui appartiene.

1- realizzare un’intervista, un breve video, un podcast, un poster, un giornale o una newsletter on line.