Home Personale Come progettare un modulo didattico con il Clil. Un esempio

Come progettare un modulo didattico con il Clil. Un esempio

CONDIVIDI

Il CLIL, Content and Language Integrated Learning, è ormai entrato a pieno titolo nel lessico scolastico quotidiano. La riforma, avviata nel 2010, ha introdotto l’insegnamento in lingua veicolare anche negli ordinamenti scolastici italiani.

Il profilo del docente CLIL è caratterizzato dal possesso di competenze linguistico-comunicative nella lingua straniera veicolare di livello C1 e da competenze metodologico-didattiche acquisite al termine di un corso di perfezionamento universitario del valore di 60 CFU per i docenti in formazione iniziale e di 20 CFU per i docenti in servizio.

Il CLIL è una metodologia che favorisce la promozione
dell’educazione interculturale, l’approccio plurilingue e i paragoni linguistici. Agevola l’utilizzo della lingua in un altro ambito cognitivo.

In mezzo alla notizia

Come introdurre la metodologia Clil in classe? Da una parte si deve favorire l’acquisizione della lingua, dall’altra attivare i processi cognitivi, stimolare l’utilizzo del lessico specificio e favorire la comunicazione e l’integrazione. Ultimo, ma non meno importante potenziale le abilità di studio.

Un esempio di modulo con metodologia CLIL, realizzato dall’Istituto comprensivo di Primiero, in provincia di Trento (clicca qui).


CLIL: COSA CAMBIA?
Concetti chiave e spunti per attività
da sperimentare in classe

Clicca qui per partecipare al corso della Tecnica della Scuola