Home Mobilità Come si individuano i docenti soprannumerari?

Come si individuano i docenti soprannumerari?

CONDIVIDI

Nella giornata dell’11 aprile è attesa la firma del contratto di mobilità professionale 2017/2018, dopo l’intesa preliminare Miur – sindacati del 30 gennaio.

Con la firma del contratto di mobilità, le scuole sono chiamate a stilare le graduatorie interne d’istituto, per individuare i docenti soprannumerari da trasferire d’ufficio in caso di concetrazione di cattedre.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per agevolare gli uffici di segreteria, si legge su Italia Oggi, e garantire ai lavoratori la possibilità di far valere tutti i titoli in loro possesso, viene distribuita agli interessati una scheda da compilare dove inserire tutti i titoli in loro possesso, sulla falsa riga di quella che si compila per la domanda di mobilità.
I titoli da far valere quindi sono:

  • servizio
  • titoli di studio e professionali
  • esigenze familiari

 

Anche se per prassi la scheda viene accettata anche senza l’autocertificazione dei titoli presentati, è bene comunque presentare tali autocertificazioni per non incorrere in eventuali problemi.

 

{loadposition carta-docente}

La graduatoria sarà quindi stilata in base alla vecchia tabella di valutazione dei titoli, per cui:

 

6 punti per ogni anno di servizio svolto nel ruolo di appartenenza

3 punti per i primi 4 anni di servizio pre-ruolo

2 punti per gli ulteriori eventuali anni di pre-ruolo

A questo punto, il docente della classe di concorso dove dovesse verificarsi la cessazione di una cattedra, collocato in fondo alla graduatoria interna, sarà dichiarato soprannumerario, come riporta ancora Italia Oggi.

Il soprannumerario, avrà quindi 5 giorni di tempo per presentare la propria domanda di trasferimento. In caso contrario, avverrà il trasferimento d’ufficio.

In ogni caso, l’amministrazione applicherà le nuove tabelle di valutazione, che dovrebbero comunque equiparare il punteggio pre-ruolo rispetto al ruolo, ammesso che sia stato prestato in scuole statali.

Intanto gli occhi sono puntati verso Viale Trastevere, dove nelle prossime ore dovrebbe arrivare la firma del contratto di mobilità 2017/2018.

{loadposition facebook}