Home Concorsi Concorso a 253 posti funzionario MIUR, prove scritte il 19 e 20...

Concorso a 253 posti funzionario MIUR, prove scritte il 19 e 20 dicembre 2018

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Con riferimento al concorso pubblico, per esami, a 253 posti, per l’accesso al profilo professionale di funzionario amministrativo-giuridico-contabile, area III, posizione economica F1, del ruolo del personale del MIIUR, per gli uffici dell’Amministrazione centrale e periferica, è stato pubbliocato nella G.U. del 30 ottobre il diario delle prove scritte.

Queste si svolgeranno nei giorni 19 e 20 dicembre 2018 presso “l’Ergife Hotel e Conference Center” di Via Aurelia 619 a Roma.

Di seguito tutte le indicazioni fornite con apposito avviso.

ICOTEA_19_dentro articolo

I candidati si dovranno presentare alle sede di consorso alle ore 8.30, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il 19 dicembre 2018 si svolgerà la prima prova scritta e consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta sintetica concernenti le materie elencate nell’art. 10, comma 2, del bando di concorso.

La seconda prova scritta, si svolgerà il giorno 20 dicembre 2018 e consisterà nella redazione di un elaborato su uno o più argomenti interdisciplinari riguardanti le materie di cui al comma 2 dell’art. 10 del bando di concorso.

L’assenza, qualunque ne sia la causa, anche ad una sola delle prove scritte, comporterà l’esclusione dal concorso.

Non è consentito introdurre in aula borse, borselli, borsellini, marsupi, portaoggetti, zaini o valigie di alcun tipo o dimensione, ad eccezione di quelli contenenti effetti personali indispensabili, contenuti in appositi sacchetti da esibire, a richiesta, al personale di vigilanza.

È consentito portare in aula alimenti e bevande, contenuti in appositi sacchetti, non essendo previsto alcun servizio di prenotazione e consegna pasti in aula. I sacchetti potranno essere soggetti a ispezione da parte della Commissione e del personale di vigilanza.

Inoltre, i candidati dovranno munirsi di una o più penne di inchiostro nero o blu, in quantità sufficiente alla redazione della singola prova, per la quale devono essere utilizzate penne dello stesso colore, atteso che l’utilizzo di penne di colore diverso sarà considerato segno di riconoscimento della prova, idoneo e sufficiente a comportare, in sede di correzione della stessa, la sua non valutabilità.

Ovviamente non è consentito introdurre in aula telefoni cellulari, smartphones, iphones, agende elettroniche, tablets e simili, auricolari, cuffie, orologi abilitati alla ricezione e trasmissione, e qualsiasi strumento a tecnologia meccanica, elettrica, elettronica o informatica idoneo alla memorizzazione di informazioni ovvero alla trasmissione di dati, anche se spento.

All’interno dell’aula, durante le prove, sarà previsto un servizio di monitoraggio dello specchio radioelettrico con schermatura delle frequenze della telefonia cellulare e dei relativi collegamenti Wi-Fi.

Ai concorrenti è vietato, inoltre, portare con sé carta da scrivere, appunti, manoscritti, quotidiani, libri o pubblicazioni di qualsiasi genere. Sono anche vietati i codici illustrati, annotati e/o commentati con dottrina e/o giurisprudenza (con esclusione delle sentenze della Corte costituzionale riportate in addenda ai singoli articoli interessati direttamente dalle pronunce di incostituzionalità totale o parziale), esplicitati articolo per articolo, muniti di schemi di qualunque genere, contenenti “mappe” esplicative o “tabelle” che non siano quelle previste dalla legge (ad es. in materia di stupefacenti), aggiunte, suggerimenti o specificazioni di tipo dottrinario o enciclopedico di qualunque tipo.

I concorrenti potranno, invece, consultare testi di legge e codici corredati da indici cronologici, analitico-alfabetico (o sistematico-alfabetico) e/o sommario, che potranno essere controllati nel corso della prova in qualunque momento, a discrezione della Commissione e del personale addetto alla vigilanza.

Durante la prova ai candidati non è consentito comunicare tra loro verbalmente o per iscritto, ovvero mettersi in relazione con altri, salvo che con i membri della Commissione esaminatrice e con il personale addetto alla vigilanza.

Nel caso in cui risulti che uno o più candidati abbiano copiato, in tutto o in parte, l’esclusione sarà disposta nei confronti di tutti i candidati coinvolti. In questo caso si procederà all’annullamento della prova e il candidato o i candidati coinvolti verranno allontanati dall’aula.

Ogni contravvenzione alle disposizioni sopra descritte e a qualsivoglia altra prescrizione impartita dalla Commissione esaminatrice, coadiuvata dal personale di vigilanza, così come ogni comportamento fraudolento o violento, comporterà, oltre alla immediata esclusione dal concorso, la possibile denuncia alla competente Autorità giudiziaria e la segnalazione, ai fini disciplinari, all’eventuale amministrazione di appartenenza.

In merito alla valutazione della prova, i candidati che avranno riportato un punteggio non inferiore a ventuno trentesimi in ciascuna delle prove scritte saranno ammessi a partecipare alla prova orale; riceveranno la relativa comunicazione, con valore di notifica, a mezzo raccomandata A/R, oppure via PEC, laddove fornita. Sarà possibile, inoltre, consultare l’area riservata predisposta per ciascun candidato, all’indirizzo web: bando253funzionari-miur.cineca.it, dove verrà riportato, almeno 20 giorni prima di quello del colloquio orale, il punteggio ottenuto da ciascun candidato in ognuna delle prove scritte.

 

 

Preparazione concorso ordinario inglese