Home Concorsi Concorso abilitati, corsa contro il tempo: entro settembre graduatorie pronte

Concorso abilitati, corsa contro il tempo: entro settembre graduatorie pronte

CONDIVIDI

Sta assumendo contorni più chiari il concorso riservato ai docenti abilitati, anche di ruolo. Il Miur, infatti, in questi ultimi giorni ha trasmesso informazioni dettagliate sugli accessi e su come si andranno a dipanare le prove, finalizzate a costituire in breve tempo – entro settembre 2018 – le graduatorie regionali (Grame) utili anche alle immissioni in ruolo.

Partiamo dalla Nota ministeriale 10031, datata 20 febbraio 2018, indirizzata a tutti i direttori generali degli Usr, attraverso la quale l’amministrazione ha annunciato che “dal 20 febbraio al 22 marzo 2018 verranno acquisite, tramite Polis, le domande di partecipazione degli interessati (art. 4, comma 4 del bando), che nelle stesse potranno dichiarare anche i titoli valutabili”.

Icotea

Il 13 aprile le sedi della prova orale delle classi di concorso con pochi candidati

Inoltre, il Miur “non appena conosciuto il numero delle domande e la loro esatta distribuzione territoriale, provvederà nella G.U. 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami del 13 aprile 2018 – alla pubblicazione dell’aggregazione territoriale delle procedure relative a classi di concorso/posti di sostegno con numero esiguo di candidati (art. 2 comma 2 del bando)”.

E ancora: “Dal 20 marzo al 9 aprile, coloro che intendano candidarsi in qualità di componenti delle commissioni potranno presentare domanda on-line tramite POLIS, ad eccezione dei professori universitari e dei docenti del settore AFAM, che la presenteranno tramite la piattaforma del consorzio CINECA”.

Le commissioni di valutazione dovranno produrre le graduatorie entro settembre

“Una volta acquisiti da parte di codesti Uffici – proseguono da Viale Trastevere – gli elenchi di tali candidature, le SS.LL. provvederanno alla costituzione delle commissioni di valutazione per la prova orale e per i titoli (artt. 5-6-9 del bando), al fine di predisporre in tempo utile per le operazioni di inizio dell’anno scolastico 2018/19 le graduatorie regionali di merito (art. 11), necessarie per permettere ai candidati, inseriti in posizione utile nella graduatoria, l’accesso al percorso annuale disciplinato al pari del terzo anno del percorso FIT, che prevede le medesime condizioni normative ed economiche del contratto di supplenza annuale (art. 12)”.

Utilizzo delle Grame previo esaurimento delle precedenti graduatorie

Dal Miur si specifica che “lo scorrimento di tali graduatorie ha come presupposto che tutte le precedenti graduatorie concorsuali di merito (comma 2, lettera a) del D.lvo n. 59 /2017) siano esaurite, per cui le SS.LL. daranno disposizioni affinché siano pubblicate le relative graduatorie concorsuali, integrate con i candidati che hanno superato le prove suppletive del concorso docenti del 2016. Si raccomanda altresì la pubblicazione degli elenchi graduati dei candidati che hanno raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando, anche in deroga al limite percentuale del 10%”.

I requisiti di ammissione

La Nota Miur ricalca i contenuti del bando di concorso, pubblicato qualche giorno prima, attraverso il quale si stabiliscono anche i requisiti di ammissione:

  • “i candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento in una o più classi di concorso della scuola secondaria di primo o di secondo grado, o, per i soli posti di sostegno, che aggiungano al titolo abilitante la specializzazione per il sostegno per i medesimi gradi di istruzione. I suddetti titoli devono essere stati conseguiti entro il 31 maggio 2017.
  • I candidati che chiedono di partecipare alle procedure concorsuali per la classe di concorso A23 (Italiano L2) devono possedere i titoli di specializzazione previsti dal decreto del Ministro n. 92 del 23 febbraio 2016.
  • Gli insegnanti tecnico-pratici possono partecipare al concorso per posti comuni purché siano iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data del 31 maggio 2017. Possono altresì partecipare al concorso per posti di sostegno purché, in aggiunta, siano anche specializzati sul sostegno”.

Chi sarà ammesso con riserva

A questi candidati ammessi, si aggiunge una lunga lista di aspiranti ammessi con riserva:

  • “i docenti abilitati che conseguano il relativo titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018, nell’ambito di percorsi avviati entro il 31 maggio 2017, ivi compresi quelli disciplinati dal Decreto del Ministro 10 marzo 2017, n. 141. 4.
  • Sono altresì ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro la data termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla presente procedura concorsuale.
  • Qualora i requisiti di partecipazione siano posseduti per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi, i candidati partecipano con riserva alle procedure concorsuali e i relativi diritti si perfezionano in esito ai provvedimenti giudiziari definitivi”.