Home Concorsi Concorso docenti abilitati, cancellazione dalle graduatorie avverrà dopo la firma del contratto

Concorso docenti abilitati, cancellazione dalle graduatorie avverrà dopo la firma del contratto

CONDIVIDI

Come abbiamo scritto in precedenza, nell’incontro al Miur del 3 maggio 2018 è stato illustrato il contenuto di una nota di chiarimenti relativa al concorso riservato agli abilitati che sarà pubblicata nei prossimi giorni.

Cancellazione dalle graduatorie esistenti dopo la firma del contratto

Fra i vari temi che tratterà la nota di chiarimento del Ministero c’è quello relativo alla cancellazione dalle graduatorie in cui si è già iscritti al momento della presentazione della domanda di concorso.
Come riporta la Uil Scuola, il Ministero avrebbe cambiato idea e di conseguenza la cancellazione del personale docente da tutte le graduatorie in cui è al momento inserito (GAE, GM 2016, GI) avverrà solo dopo l’eventuale sottoscrizione del contratto.

Docenti di ruolo

Altro aspetto anticipato dall’amministrazione ai sindacati, riguarda il personale già di ruolo. Per questi candidati si è chiarito che chi accetta la nomina per la stessa classe di concorso decade dall’attuale ruolo, mentre chi accetta la nomina per diverso ruolo o diversa classe di concorso potrà utilizzare l’art. 36 del CCNL, che prevede la possibilità di accettare rapporti di lavoro a tempo determinato in un diverso ordine o grado distruzione, o per altra classe di concorso.

In mezzo alla notizia

Graduatorie di merito regionali

Per quanto riguarda invece le nuove graduatorie regionali ai fini delle nomine in ruolo, il Miur ha anticipato che potranno essere utilizzate solo dopo l’esaurimento delle GAE provinciali e delle Graduatorie di merito 2016 a cui continueranno ad essere assegnate rispettivamente il 50% delle immissioni in ruolo.
Nel caso dovesse verificarsi l’esaurimento di una delle due procedure le disponibilità residue, prima dell’utilizzo delle nuove graduatorie regionali, vanno alla graduatoria, GaE o GM che sia, che ancora non risulta essere esaurita.

Ricordiamo che le graduatorie regionali di merito dovrebbero essere approvate entro il 31 agosto 2018 per poter essere utilizzate per le assunzioni relative al 2018/2019.