Home I lettori ci scrivono Concorso ds 2011, perché la Corte Costituzionale non interviene?

Concorso ds 2011, perché la Corte Costituzionale non interviene?

CONDIVIDI

Veramente vergognoso che la Corte Costituzionale non ha emesso nessuna sentenza il 20 novembre relativa all’anticostituzionalità della legge 107 art, 88/89 in relazione alla disparità di trattamento subita dai ricorrenti al concorso DS del 2011 rispetto ai ricorrenti del 2004/2006.

Inoltre non dà nessuna spiegazione in merito.

Ma cosa fanno i giudici della Consulta, come passano il loro tempo, come è possibile che possono rinviare il loro lavoro a loro piacimento, non è giusto!

In mezzo alla notizia

Il futuro di centinaia di ricorrenti del 2011 è nelle loro mani.

Cosa più grave che le istituzioni tacciono, non solo, il Ministro dell’Istruzione tace, anche i sindacati dopo che hanno raccolto fior di quattrini per i ricorsi pubblicizzati a 360 gradi, se ne lavano le mani. Nessuno si esprime. Occorrerebbe invece una grande rivolta per il trionfo della giustizia.

Il Presidente della Repubblica dovrebbe essere il garante della costituzione, perché non si esprime.

Non possono comportarsi come i politici che rinviano sempre le decisioni più importanti,loro sono Giudici, i quali hanno avuto quasi tre anni di tempo per prendere una decisione, che emettano una sentenza qualunque essa sia, altrimenti spieghino i motivi del rinvio oppure emettano una data certa.

Marco Gugliemotti