Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Concorso Ds: in Abruzzo gli orali fissati al 3/9 ma in Liguria...

Concorso Ds: in Abruzzo gli orali fissati al 3/9 ma in Liguria 8 candidati riammessi con riserva

CONDIVIDI
  • GUERINI

L’Usr della regione Abruzzo con nota del 16 luglio 2012 (Prot. A00DRAB n. 8614), comunica che è stato pubblicato sul suo sito web, nonché su quello del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, l’elenco in ordine alfabetico dei candidati ammessi a sostenere la prova orale. 
Inoltre si rende noto che le prove orali per i candidati ammessi si svolgeranno a decorrere dal 3 settembre 2012 presso lo stesso Ufficio scolastico regionale, in via Ulisse Nunzia – loc. Boschetto di Pile – L’Aquila – secondo il calendario che verrà successivamente pubblicato, e che le stesse prove orali avranno luogo partendo dai candidati il cui cognome inizia con la lettera “I”, sorteggiata in occasione dello svolgimento della prima prova scritta. 
I candidati Ds ammessi alla prova orale sono 131, su 315 docenti che avevano partecipato allo svolgimento delle due prove scritte. 
La percentuale di ammessi è di conseguenza pari al 41.6%. La regione Abruzzo per quanto comunicato dal suo Ufficio scolastico regionale, sarà una di quelle regioni, insieme a Campania e Sicilia, che non potrà definire alcuna graduatoria di merito finale prima dell’inizio del prossimo anno scolastico. 
In Liguria invece
, in esecuzione dei decreti del Tar Liguria del 26 e 28 giugno 2012 di riammissione con riserva alle prove orali di otto candidati aspiranti Ds, la commissione d’esame per il concorso Ds della regione ha valutato nei giorni 10 e 11 luglio gli aventi diritto a sostenere la prova orale.
Considerando che in Liguria i candidati che hanno sostenuto le due prove scritte sono stati 225, la riammissione di otto di loro alla prova orale, rappresenta una percentuale pari al 3.5% (valore non del tutto trascurabile). Questa ammissione con riserva alimenta le speranze dei ricorrenti della vicina Lombardia, che domani sosterranno le proprie richieste presso il tribunale amministrativo competente.