Home Concorsi Concorso ordinario scuola secondaria, si riapriranno i termini?

Concorso ordinario scuola secondaria, si riapriranno i termini?

CONDIVIDI

Con decreto 499 del 21 aprile del 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24 aprile 2020, è stato bandito un concorso ordinario per titoli ed esami per docenti di scuola secondaria di primo e di secondo grado.

Detto decreto fissava il 31 luglio quale data di scadenza per partecipare alle selezioni per i posti comuni e di sostegno.

Icotea

Scaduto il termine di presentazione, tutto è stato congelato a causa del coronavirus e gli aspiranti sono rimasti in attesa di conoscere la data della ripresa di tutta la procedura.

È trascorso mezzo anno, nel frattempo tanti hanno conseguito i titoli per partecipare e ci si chiede: perché non riaprire i termini e dare anche a questi ultimi la possibilità di partecipare?

In attesa, comunichiamo le notizie utili affinché chi sia interessato possa conoscere quali titoli occorrono per partecipare alla selezione concorsuale, in caso di eventuale riapertura dei termini.

Chi può partecipare?

Possono partecipare gli aspiranti in possesso di uno dei seguenti titoli:

Gli aspiranti di ruolo in altro ordine di scuola o nello stesso ordine a condizione che abbiano uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso cui intendono partecipare
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia
  • laurea magistrale
  • diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o titolo equipollente o equiparato
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia
  • 24 crediti formativi, sei per ogni disciplina, nel settore antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Gli aspiranti di ruolo sono esonerati dal possesso dei ventiquattro crediti.

Per i posti di sostegno occorrono gli stessi titoli?

Per i posti di sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado é richiesto, in aggiunta a uno tra i titoli di cui sopra:

  • il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado cui intende partecipare
  • analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Qual è la procedura per produrre la domanda?

  • L’aspirante, avendone i titoli, può presentare un’unica richiesta per partecipare a una o più procedure.
  • Pena l’esclusione, la richiesta va presentata in modalità telematica attraverso l’applicazione Domande On Line.
  • La partecipazione a uno o più procedure comporta il pagamento di euro dieci, quali diritti di segreteria, per ogni procedura.
  • Il candidato disabile, regolarmente certificato dalla competente struttura sanitaria, può chiedere, almeno dieci giorni prima, l’uso di ausilio specifico o tempo aggiuntivo.
  • Il candidato riconosciuto disabile uguale o superiore all’80%, renderà apposita dichiarazione per essere esonerato dalla prova preselettiva.

In quanti regione si può presentare la domanda?

La domanda va presentata in una sola regione, pena l’esclusione.

Quali prove sono previste?

Sono previste per ciascuna procedura quattro prove, si accede a quella successiva se si supera la precedente:

  • Una prova preselettiva computer-based della durata di sessanta minuti, se le domande, per ciascuna distinta procedura di partecipazione, dovessero essere in numero superiore a 250 unità e a quattro volte il numero dei posti messi.
  • Due prove scritte:
  • La prima prova scritta, volta a valutare il grado delle conoscenze e competenze nelle discipline riguardanti alla classe di concorso. La prova ha la durata di 120 minuti.
  • La seconda prova volta a valutare le conoscenze e le competenze antropo-psico-pedagogiche, e didattico – metodologiche. La prova ha la durata di sessanta minuti.
  • Una prova orale volta ad accertare la preparazione dell’aspirante sulla disciplina della classe di concorso per cui partecipa e sulla capacità di saper progettare didatticamente, anche con riferimento alle TIC.

TUTTO SUL CONCORSO ORDINARIO SECONDARIA