Home I lettori ci scrivono Concorso Stem, cattedre autorizzate dal Mef superiori ai posti a bando. Idonei...

Concorso Stem, cattedre autorizzate dal Mef superiori ai posti a bando. Idonei presto assunti?

CONDIVIDI
  • Credion


Il concorso ordinario per le classi di concorso STEM è terminato per molte regioni, ma molti candidati, risultati idonei, stanno vivendo in un limbo.

A differenza di come accade di solito, il numero di cattedre autorizzate dal MEF è decisamente superiore rispetto a quelle messe a bando. 

C’è dunque speranza di assunzione anche per la maggior parte degli idonei al concorso (coloro, cioè, che ottengono la cosiddetta abilitazione per l’ingresso in prima fascia GPS)? Questo è ciò che abbiamo bisogno di sapere dagli USR e dal Ministero dell’Istruzione.

È già accaduto nel concorso straordinario: in molte regioni sono stati assunti più vincitori rispetto al numero di cattedre al bando. Ad esempio per la classe di concorso A041 Campania, i cui posti originali erano 65 – Decreto Dipartimentale n.783 del 8 luglio 2020, Allegato A – la graduatoria finale dello straordinario ha inserito (ed assunto, con comunicazione arrivata ieri, 30 luglio) tutti gli 86 candidati che l’hanno superato. Da 65 ad 86 si tratta di un incremento di 21 posti assoluti (cioè di oltre il 32%).

Sempre considerando la regione Campania, il numero di cattedre finanziate dal MEF utili alle assunzioni nell’anno scolastico 2021/2022 sono ben 232. Togliendo le 86 assegnate ne restano ben 146, più del doppio dei 71 posti previsti dal bando e con i quali è stata formata la graduatoria.

Che fine faranno questi posti? Saranno destinati in via straordinaria a chi è inserito in GPS prima fascia? E che ne sarà di noi che abbiamo superato una procedura selettiva ordinaria? Pretendiamo chiarezza e trasparenza e, soprattutto, che sia considerato il merito.

Prof. Armando Pagliara, CoNaVinCoS, Coordinamento Nazionale Vincitori Concorso Scuola