Home Attualità Congedo per papà lavoratori: cosa c’è da sapere

Congedo per papà lavoratori: cosa c’è da sapere

CONDIVIDI

La legge di bilancio del 2022, modificando l’articolo 354 della legge 232 del 2017, sancisce il diritto al congedo per i papà lavoratori dipendenti in modo strutturale.

Cosa prevedeva la legge 354

Il padre lavoratore dipendente ha diritto ad usufruire, entro i 5 mesi dalla nascita del figlio di:

Icotea
  • due giorni per l’anno 2017;
  • quattro giorni per l’anno 2018;
  • cinque giorni per l’anno 2019;

Come vanno usufruiti

I suddetti congedi  possono essere goduti anche in modo saltuario, ma sempre entro i 5 mesi dalla nascita del figlio.

Può assentarsi al posto della madre?

Per gli anni 2018 e 2019 la norma pregressa ha previsto per il padre lavoratore dipendente la possibilità di astenersi, previo accordo con la madre e in sua sostituzione,  in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima, per un altro giorno.

Il congedo diventa strutturale

L’art. 32 della legge di bilancio del 2022  sancisce il diritto del padre naturale o adottivo o affidatario ad assentarsi dal lavoro per la durata complessiva di 10 giorni anche non consecutivi.

Da quanto decorrono i 5 mesi?

Dal giorno delle nascita se padre naturale, o dal giorno dell’adozione o dell’affidamento.