Home Personale Contratto statali, Snals-Confsal: inaccettabile la proposta di 85 euro di aumento

Contratto statali, Snals-Confsal: inaccettabile la proposta di 85 euro di aumento

CONDIVIDI

Il governo è impegnato nel rinnovo del contratto degli statali. Ieri, al convegno Snals-Confsal, il sottosegretario all’Istruzione, Vito De Filippo, ha annunciato che dagli ultimi contatti il Mef avrebbe dato segnali positivi sulle risorse necessarie a garantire non solo l’aumento da 85 euro lordi mensili promesso dall’esecutivo, ma anche la sterilizzazione completa del Bonus Renzi da 80 euro. Lo riporta Il Messaggero.

La cifra che sarà destinata al rinnovo dei contratti dovrebbe essere di 1,65 miliardi a cui si aggiunge la cifra di 1,2 miliardi già stanziata. Allo studio c’è quella di trasformare per tutti il bonus da 80 euro in una detrazione ulteriore per il lavoratore dipendente.

Sul fronte scuola, intanto, il segretario generale dello Snals-Confsal, Elvira Serafini, è chiara: “Non è accettabile la proposta degli 85 euro di aumento soprattutto ha aggiunto in considerazione della lunga vacanza contrattuale”. E aggiunge: “ci batteremo anche per la salvaguardia degli scatti di anzianità, a oggi l’unica forma di avanzamento retributiva, ma vanno certamente reperite nuove risorse per il recupero del potere di acquisto. Per la parte normativa vanno rivisti diversi aspetti, dal bonus, che deve divenire parte integrante della retribuzione, al sistema di valutazione dei docenti e dei dirigenti, oggi lesivo della libertà stessa della funzione docente”.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

Scuola