Home Archivio storico 1998-2013 Generico Costituzione Italiana multilingue

Costituzione Italiana multilingue

CONDIVIDI
webaccademia 2020
La Costituzione multilingue, pensata per contribuire all’integrazione degli immigrati, è stata presentata e distribuita nelle sue prime copie quest’oggi. 
Nel corso della prima Conferenza sull’Immigrazione organizzata dalla Giunta regionale ligure nel Palazzo Ducale di Genova alla presenza del vicecommissario UE, Franco Frattini, ha trovato spazio anche l’iniziativa, prima in Italia, realizzata dalla Regione Liguria.
I principi fondamentali della parte prima della nostra Carta costituzionale, riguardante diritti e doveri dei cittadini, sono stati tradotti in albanese, arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, rumeno, russo e spagnolo. 
La prima “tiratura” è di 10 mila copie che saranno distribuite nelle scuole, nei Centri per l’educazione permanente degli adulti (frequentati al 90 per cento dagli immigrati), nei punti di ritrovo degli immigrati nella città di Genova. Tale progetto rimarca la volontà di operare su una vera integrazione, mirando a far conoscere diritti e doveri di una cittadinanza attiva e partecipe, alla quale possono aspirare tanti futuri connazionali che si apprestano ad attivare le procedure di richiesta della cittadinanza italiana. 
L’assessore regionale della Liguria, all’Immigrazione Enrico Vesco commenta: “nel momento che si stanno riducendo da dieci a cinque gli anni per ottenere la cittadinanza italiana, credo sia giusto far conoscere agli immigrati i capisaldi della
Costituzione”.
Preparazione concorso ordinario inglese