Home Attualità Crisi di governo: Fico convoca maxi-tavolo tecnico, ma Renzi non cambia idea

Crisi di governo: Fico convoca maxi-tavolo tecnico, ma Renzi non cambia idea

CONDIVIDI

La crisi di governo viaggia sul binario degli accordi per provare a trovare una soluzione e proseguire sulla propria strada.

Roberto Fico, presidente della Camera, ha convocato per questa mattina, 1° febbraio, un maxi-tavolo tecnico di maggioranza a Montecitorio per scrivere il contratto di governo. Sono presenti i gruppi protagonisti del primo giro di consultazioni, ma non ci saranno i leader. Ogni partito (Pd, M5s, Iv, Leu e il neo gruppo dei responsabili) ha indicato due rappresentanti.

Icotea

Fico: “Dalla maggioranza disponibilità a raggiungere una sintesi”

Entro martedì Fico si dirigerà al Quirinale per riferire l’esito del suo mandato esplorativo al presidente della Repubblica. Il presidente della Camera ha affermato: “Dagli incontri con le forze politiche della maggioranza è emersa la disponibilità a procedere a un confronto comune per raggiungere una sintesi”.

Ma lo scoglio maggiore rimane sempre il leader di Italia Viva, Mattero Renzi, che non ha dato indicazione sul futuro presidente del consiglio incaricato e, quindi, nessun via libera a un Conte Ter.

Ciò di cui si occuperanno i capigruppo riguardano, in particolare, Mes e Recovery, che si vanno ad aggiungere ai temi di economia e giustizia.

Cambio ministri: e l’istruzione?

Nel caso, il dicastero di Viale Trastevere andasse proprio ad Italia Viva, i renziani avrebbero già la donna pronta: Maria Elena Boschi. Mentre il Partito democratico (poco gettonato tra docenti e Ata per avere approvato la ‘Buona Scuola’ nel 2015) dovrebbe solo far fare un passo avanti ad Anna Ascani, che da un anno “si allena” da sottosegretaria.