Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Da Balla a Morandi”

“Da Balla a Morandi”

CONDIVIDI


Rimarrà aperta fino al 5 giugno 2005 la mostra “Da Balla a Morandi”. Allestita nelle sale espositive della Civica Galleria d’arte moderna di Gallarate – che da marzo 2006 sarà trasferita nella nuova più ampia sede di via De Magri per accogliere e valorizzare ulteriormente le nuove proposte artistiche sperimentali – la mostra è frutto di un fecondo sodalizio con la Galleria Comunale d’arte moderna e contemporanea di Roma, da cui provengono le 94 opere esposte.

Una selezione di dipinti e sculture rappresentativa e composita, che rende giustizia alle varie correnti artistiche succedutesi dal primo ‘900 ai nostri giorni, scandendone le varie tappe secondo criteri storici, oltre che estetici, grazie al contributo essenziale delle due curatrici Emma Zanella e Giovanna Bonasegale.
Tra le 6 sezioni proposte, spicca in apertura quella dedicata a “I grandi maestri”, che riunisce capolavori difficilmente riconducibili a specifici movimenti artistici: dal suggestivo “Il dubbio” (1907-08) di Giacomo Balla – che, prima della definitiva adesione al futurismo, si confronta con la fotografia e con una innovativa modalità di osservazione del reale – allo splendido “Angolo di giardino” (1912) di Angelo Morbelli, da “Susanna” (1929) di Felice Casorati a “Natura morta” (1932) di Giorgio Morandi, fino alla progressiva stilizzazione delle forme in senso classicistico di “Combattimento di gladiatori” (1933-34) di Giorgio De Chirico e all’immobilismo astratto del controverso “Comizio” (1950) di Giulio Turcato. Le successive sezioni dedicano particolare attenzione a paesaggisti e ritrattisti di origine o formazione romana nonché alle correnti prettamente italiane del futurismo e dell’aeropittura, con artisti del calibro di Prampolini e Tato.
La Galleria Civica di Gallarate prevede, inoltre, dal ’98 – quest’anno grazie al contributo di Francesca Marianna Consonni – una sezione didattica comprendente laboratori e incontri con scuole di ogni ordine e grado, visite guidate (previa prenotazione), cicli di conferenze aperte al pubblico e corsi di formazione per insegnanti. In particolare, sono in corso fino al 10 giugno 2005 attività di laboratorio sui temi dello “spazio” e del “viaggio” nell’arte per scuole elementari e materne. Si segnala, tra le tante iniziative volte al coinvolgimento attivo dei giovanissimi, l’inaugurazione – giorno 5 giugno alle ore 9.30 in galleria – del murale dipinto dagli allievi della scuola elementare “Dante Alighieri” di Gallarate sotto la guida dell’artista Carmelo Todoverto e del Dipartimento Didattico del Museo. Per le scuole superiori è previsto, invece, il progetto speciale “Luce e Spazio nell’arte contemporanea”, che indaga sulla ricerca artistica spazialista e sperimentale attraverso la visita integrata della collezione comunale del museo di Gallarate e di quella privata di Villa Panza a Varese, imperniata su artisti americani presenti negli ultimi decenni nel panorama artistico internazionale.

Per informazioni e prenotazioni delle visite guidate per le scuole: tel. 0331-791266 e 0331-781303.
Per prenotazioni dei progetti speciali per scuole superiori: tel. 0331-791266.

Icotea