Home Archivio storico 1998-2013 Riforme Dal 2013 basta pagelle e certificati su carta: verranno spediti via web

Dal 2013 basta pagelle e certificati su carta: verranno spediti via web

CONDIVIDI
  • Credion
Hanno i mesi contati, non più di 15, le versioni cartacee delle pagelle e dei certificati trasmessi dalle scuole: per ridurre le spese dell’amministrazione pubblica, in questo caso derivanti dai costi della carta e delle stampe, ma anche per snellirne la burocrazia, dall’anno 2013 tutte “le istituzioni scolastiche pubbliche di ogni ordine e gradodovranno essere in grado di rilasciare alle famiglie le pagelle on line ed i certificati scolastici in formato elettronico “per la gestione informatizzata delle carriere degli studenti e per consentire le iscrizioni e i pagamenti delle tasse scolastiche on-line“. A prevederlo è il Governo, attraverso la bozza del decreto legge Sviluppo, approvata venerdì scorso dal Governo e la cui versione definitiva verrà votata nei prossimi giorni.
Nel testo vi sono anche delle disposizioni relative al comparto Università: i professori ordinari andranno in pensione a 68 anni anziché, come avviene ora, a 70; slitta poi al 31 dicembre 2012 il termine per procedere all’assunzione del personale universitari, al fine di rispettare il “limite della spesa pari al 50% di quella relativa al personale a tempo indeterminato complessivamente cessato nel 2010”.
Non è ancora chiaro, invece, se il concorso unico, introdotto per selezionare dipendenti e dirigenti della pubblica amministrazione, riguardi anche i presidi. Nella bozza del testo del decreto Sviluppo, sui cui il 19 ottobre si è svolto anche un confronto tra i capi di Governo, viene per ora solo indicato che “a decorrere dal primo gennaio 2013 – si legge nel teso in fase di allestimento finale – il reclutamento dei dirigenti e delle figure professionali comuni a tutte le amministrazioni pubbliche si svolge mediante concorsi pubblici unici, nel rispetto dei principi di imparzialità, trasparenza e buon andamento”.