Home Attualità Dal Nautico di Messina una proposta per un ITS per mobilità sostenibile

Dal Nautico di Messina una proposta per un ITS per mobilità sostenibile

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Recentemente l’ITTL Caio Duilio di Messina ha sviluppato una proposta progettuale per la candidatura di un I.T.S.- denominato “Fondazione dello Stretto” – Mobilità sostenibile, con il pieno consenso e l’adesione di un’importante cordata di partner.

La Fondazione di partecipazione, a supporto dell’ITS, prevede una rete di relazioni ancora più stabili con le imprese, le compagnie di navigazione e con i sistemi e le organizzazioni di imprese della filiera marittima, funzionali a garantire un’efficace ricaduta dell’attività formativa , non solo in termini di occupabilità, ma anche di risposta ai fabbisogni di alta professionalità delle imprese.

La Fondazione è costituita dai soci fondatori e soggetti aderenti sotto elencati:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • ITTL Caio Duilio di Messina nella qualità di Istituto Scolastico Capofila
  • Autorità Portuale di Messina nella qualità di Ente locale
  • Caronte & Tourist s.r.l. nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’ITS
  • Castalia Consorzio Stabile S.C.p.A. nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’I.T.S.
  • TARNAV s.r.l. nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’ITS
  • SPIN s.r.l. nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’ITS
  • Corporazione Piloti dello Stretto di Messina nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’ITS
  • Agenzia Industria e Difesa – Arsenale Militare di Messina nella qualità di impresa del settore produttivo cui si riferisce l’ITS
  • Università degli Studi di Messina Dipartimento di Ingegneria – Dipartimento di Scienze e Tecnologia della Navigazione
  • Città Metropolitana di Messina nella qualità di Ente Locale
  • Coop. Soc. Faro 85 nella qualità di Struttura formativa accreditata dalla Regione Sicilia per l’alta formazione, ubicata nella provincia sede della fondazione

Un altro spunto di riflessione per vedere realizzato l’ ITS, come ricorda la Dirigente scolastica Maria Schirò,  riguarda il bacino di potenziali studenti che è molto vasto, soprattutto in un territorio come quello siciliano e calabrese ricco di Istituti ad indirizzo nautico (14 in Sicilia e 7 in Calabria). Secondo quanto sopra descritto è auspicabile il successo di tale iniziativa, un obiettivo che la Regione Sicilia non può farsi sfuggire,  per dare continuità ai successi progettuali dell’ITTL Caio Duilio di Messina,  che proprio quest’anno ha sottoscritto con il MIUR una Convenzione per la realizzazione del Progetto nazionale “Qualità per la Formazione Marittima” (QFM).  Un grande riconoscimento, da parte del MIUR, alla leadership formativa dell’Istituto, che si colloca così ai vertici nazionali per la qualità dell’istruzione nautica.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese