Home Attualità Dalla maratona su strada a quella digitale, l’elogio della ministra

Dalla maratona su strada a quella digitale, l’elogio della ministra

CONDIVIDI

La ministra Fedeli ha visitato il Marathon Village al Palazzo dei Congressi: lo ha fatto il 31 Marzo, alla vigilia della maratona annuale capitolina.

Qui ha avuto modo di incontrare i cento studenti impegnati nella “School digital marathon”, accompagnati da Antonino Mancuso, coordinatore regionale del Servizio di Educazione Fisica e Sportiva della Regione Lazio, e con entusiasmo ospitati dal comitato organizzatore della Maratona di Roma rappresentato dal Presidente Enrico Castrucci.

Icotea

Si tratta del primo hackathon della scuola italiana interamente dedicato allo sport, lanciato dal Miur: una maratona digitale in cui i ragazzi coinvolti sono stati chiamati ad immaginare nuovi processi, prodotti o servizi innovativi per ridurre il divario tra sport e città.

Tante le domande che sono state rivolte alla titolare del Miur dai ragazzi, tutte rivolte agli interventi che il ministero dell’istruzione ha intenzione di attuare per dare a la possibilità agli studenti, di tutte le età, di avvicinarsi e appassionarsi al mondo dello sport.

 

{loadposition carta-docente}

 

“Su questo come Miur stiamo investendo moltissimo anche coni i nuovi finanziamenti del Pon. Anche questa maratona di oggi che stimola i ragazzi a creare delle innovazioni legate alle attività sportive credo faccia parte dell’allargamento della conoscenza e della cultura. Noi dobbiamo mettere tutte le scuole e tutti i ragazzi nella condizione di sapere che fare sport e movimento è parte di una cultura e conoscenza di sé e della propria vita. Lo sport non è solo movimento per il corpo, ma dà anche la possibilità di esprimere meglio la propria capacità intellettiva”.

Non è mancato lo spazio per la solidarietà. La ministra Fedeli ha avuto modo di incontrare una delle varie no profit presenti al Marathon Village, la Fondazione Patrizio Paoletti, impegnata a garantire educazione, salute e alimentazione ai bambini profughi di Aleppo rifugiati a Kilis, insieme ad Amal For Education e New Life for Children, che partecipa alla Maratona di Roma 2017 con il progetto “Io Corro per la Siria”.

Sport, cultura e solidarietà i valori promossi dalla Maratona di Roma con la piena condivisione da parte della ministra Fedeli e del Miur.