Home Attualità Dati Covid 16 gennaio, 16 mila contagi. Il test antigenico rapido entra...

Dati Covid 16 gennaio, 16 mila contagi. Il test antigenico rapido entra nel monitoraggio dell’ISS

CONDIVIDI

Dati Covid, oggi 16.310 contagi, 475 decessi. Numero di tamponi molto elevato, 260.704, quota che risente della novità spiegata dal direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, come riferiamo in un altro articolo: d’ora in avanti il Ministero considererà nei conteggi non solo i positivi individuati con i tamponi molecolari (che costituiscono il gold standard), ma anche quelli provenienti dai test antigenici rapidi di ultima generazione. Insomma, il test antigenico rapido entra nei numeri ufficiali del monitoraggio dell’ISS.

Un argomento, quello dei test antigenici rapidi, legato anche agli screening scolastici. Afferma Rezza: “Per sapere se c’è una variante del virus funziona solo il tampone molecolare,” dichiara il Direttore, tuttavia “esistono test antigenici di ultima generazione con delle performance quasi sovrapponibili ai molecolari.” E puntualizza: “Gli antigenici aiutano a ridurre i tempi e diciamo di usarli quando c’è un sovraccarico dei laboratori e se dobbiamo prendere decisioni in tempi rapidi a livello di sanità pubblica, ad esempio per la scuola”.

Icotea

Quanto ai vaccini somministrati, da ieri abbiamo superato il milione. Il portale del Ministero della Salute, infatti, ci informa che oggi abbiamo raggiunto quota 1.059.294 (oltre 600 mila donne e circa 400 mila uomini).

Intanto è uscito il nuovo Dpcm a firma del Presidente del Consiglio Conte che fornisce le indicazioni su tutte le misure dettagliate per fronteggiare l’epidemia e che esplicita cosa accadrà nel mondo della scuola. Le superiori tornano in classe o restano in DaD? Tutte le novità a questo link.

Il bollettino del 16 gennaio

  • Nuovi positivi:16.310  
  • Decessi: 475
  • Tamponi: 260.704
  • Terapia intensiva: 2.520
  • Ingressi del giorno in terapia intensiva: 170
  • Totale casi: 2.368.733

LEGGI ANCHE