Home Valutazioni Dati Invalsi, Valentina Aprea (FI) chiede subito subito un’audizione in Parlamento dei...

Dati Invalsi, Valentina Aprea (FI) chiede subito subito un’audizione in Parlamento dei vertici dell’Istituto

CONDIVIDI
  • Credion

Gli esiti delle prove Invalsi stanno creando qualche preoccupazione anche nel mondo politico.
I numeri, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, sono piuttosto sconfortanti; il dato più allarmante è certamente quello relativo alle differenze territoriali.

Ma c’è un problema di carattere generale.
“La percentuale di allievi che non raggiunge i traguardi di apprendimento attesi – osserva Valentina Aprea, capogruppo di Forza Italia in Commissione Cultura della Camera – è elevatissima sia al termine della scuola secondaria di primo grado sia a quella di secondo grado”.
Prosegue Aprea: “Sale la quota di allievi che terminano la scuola superiore in condizione di forte fragilità, con competenze di base del tutto inadeguate. Oggi INVALSI ci dice che il 9,5% dei nostri giovani che terminano la scuola superiore esce con competenze di base del tutto insufficienti in Italiano, Matematica e Inglese. Stiamo parlando di oltre 45.000 giovani. È un problema che viene da lontano, ma ora diviene ancora più urgente, ineludibile. Non possiamo trascurare questi giovani, non possiamo bruciare tanti talenti di cui tutti noi abbiano grande bisogno”.
Secondo la deputata di Forza Italia “è necessario, innanzitutto, approfondire questi primi dati perché non c’è più tempo da perdere”.
“Abbiamo di fronte una sfida di lungo periodo – conclude Aprea – ma che deve essere colta immediatamente dalle Istituzioni e dal Parlamento, senza esitazioni per evitare che la perdita di apprendimenti aggravata dalla pandemia diventi un vero e proprio handicap per gli studenti della scuola italiana.”

Icotea

Per questi motivi Valentina Aprea e Forza Italia hanno chiesto all’Ufficio di Presidenza della Camera di organizzare al più presto una audizione dei vertici dell’Invalsi per approfondire i primi dati delle prove del 2021.