Home Personale Denunce mensili INPS, novità per le scuole dal 1° gennaio 2020

Denunce mensili INPS, novità per le scuole dal 1° gennaio 2020

CONDIVIDI

In arrivo importanti e attese novità per gli istituti scolastici a decorrere dal 1° gennaio 2020.

La circolare INPS 2 agosto 2019, n.115 fornisce infatti indicazioni sulle nuove modalità di comunicazione dei dati giuridici e retributivi da parte degli Istituti scolastici statali e dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) per i periodi retributivi decorrenti da gennaio 2020.

In seguito alle modifiche delle modalità di alimentazione dei dati trasmessi dal sistema MEF-NoiPA, gli Istituti scolastici statali e i CPIA non dovranno più inviare le denunce mensili (ListaPosPA) per gli emolumenti corrisposti direttamente al proprio personale a decorrere dal mese di gennaio 2020, in quanto gli stessi saranno acquisiti automaticamente sul conto individuale degli assicurati attraverso la denunce trasmesse per il conguaglio annuale ai fini fiscali e contributivi.

ICOTEA_19_dentro articolo

Gli emolumenti saranno visibili nel conto assicurativo del singolo lavoratore solo successivamente all’invio degli elementi di denuncia sopra indicati.

Inoltre, per le denunce di compensi accessori provenienti dal MEF, l’alimentazione della posizione assicurativa terrà conto dei soli Enti dichiarante e di appartenenza, indipendentemente da eventuali cambi di sede di servizio intervenuti nel periodo cui si riferiscono le denunce in questione.

L’Istituto procederà autonomamente alla chiusura delle posizioni contributive attive degli Istituti scolastici statali e dei CPIA con data ultimo giorno di validità 31 dicembre 2019. Ne consegue  che i versamenti da parte di questi ultimi andranno effettuati utilizzando il progressivo 00000 a partire dal mese di gennaio 2020.

Resta inteso che per i compensi erogati fino al mese di dicembre 2019 rimangono gli obblighi di invio della denuncia per tutti i periodi non ancora trasmessi e per quelli da variare.

L’INPS comunica infine che le Accademie, i Conservatori e gli Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, non dovranno più inviare le denunce mensili relative agli emolumenti accessori corrisposti direttamente al personale dal mese di gennaio 2020, per mezzo di fondi propri o di finanziamenti derivanti da soggetti pubblici o privati.

Per le retribuzioni corrisposte ai supplenti c.d. brevi e saltuari continua l’obbligo di trasmettere autonomamente la denuncia ListaPosPA con le modalità indicate nel messaggio 13 giugno 2018, n. 2387.

CONDIVIDI