Home Archivio storico 1998-2013 Generico Dirigenti scolastici: “restituito” l’assegno tolto

Dirigenti scolastici: “restituito” l’assegno tolto

CONDIVIDI
  • Credion
Con l’informativa n. 107 del 3 agosto scorso il Mef – Service personale tesoro aveva comunicato l’avvenuta applicazione sulla rata di agosto del Ccnl del personale dirigente – area V – dirigenti scolastici relativamente ai bienni economici 2006-2007 e 2008-2009.
L’applicazione contrattuale ha riguardato le qualifiche di dirigente scolastico e di dirigente scolastico all’estero.
Nella stessa nota si rendeva noto che, oltre agli adeguamenti stipendiali, si era provveduto anche al riassorbimento degli assegni codice 520/004 (assegno personale pensionabile riassorbibile con contratto), 777/KL1 e 777/KL2 (indennità di vacanza contrattuale), 666/KL1 e 666/KL2 (indennità di vacanza contrattuale), nonché alla rideterminazione degli importi dell’assegno 622 per il personale del Comparto scuola con funzioni superiori e di reggenza (nello specifico: indennità reggenza, indennità di funzione superiore Afam, indennità di funzione superiore scuola).
Alla lettura dell’informativa, le OO.SS. rappresentative dei dirigenti scolastici sono immediatamente “insorte”, denunciando l’irregolarità del riassorbimento dell’assegno ad personam dei dirigenti ex presidi incaricati, rilevando che, invece, il Ccnl 2006/2009 sottoscritto il 15 luglio 2010 prevede espressamente la non riassorbibilità dell’assegno in questione per entrambi i bienni economici.
E così, ecco la rettifica del Mef, che con l’informativa n. 116 del 17 agosto 2010 ha ammesso l’errore “a causa di un mancato approfondimento normativo” e ha assicurato che con la mensilità di settembre 2010 saranno ripristinati gli importi dell’assegno ad personam codice 520/004 in godimento al 31 luglio; inoltre, anche le somme erroneamente riassorbite con l’applicazione contrattuale saranno rimborsate con emissione speciale esigibile entro il 31 agosto.