Home Attualità Elezioni, a Napoli lo “spoglio” si prolunga: le scuole potrebbero riaprire lunedì...

Elezioni, a Napoli lo “spoglio” si prolunga: le scuole potrebbero riaprire lunedì 28

CONDIVIDI
webaccademia 2020

A causa dei ritardi sulle sanificazioni delle sedi che hanno ospitato i seggi elettorali per il Referendum e per le elezioni regionali, a Napoli le scuole sede di seggio elettorale potrebbero riaprire lunedì 28 settembre e non più giovedì 24 come inizialmente stabilito.

Le Asl potrebbero non fare in tempo

La notizia, fornita dall’Ansa, proviene direttamente dal sindaco Luigi de Magistris: la decisione sul da farsi verrà presa a breve, al termine di un incontro per fare il punto della situazione a cui parteciperanno rappresentanti della Asl, della Regione Campania e dei dirigenti scolastici coinvolti.

L’origine del problema sarebbe emerso dopo che le Asl hanno espresso difficoltà nell’effettuare in un solo giorno le sanificazioni complete dei tanti plessi scolastici utilizzati come seggi elettorali.

ICOTEA_19_dentro articolo

De Magistris: verosimile

“Nelle scuole sede di seggi ancora oggi sono in corso gli scrutini – ha detto il sindaco de Magistris il 22 settembre – e da quanto mi è stato riferito nelle scorse ore la Asl, che è impegnata anche in altri campi, potrebbe non essere in grado di garantire la sanificazione in tutti gli istituti”.

Il primo cittadino di Napoli ritiene quindi “verosimile che ci possa essere uno slittamento a lunedì” 28 settembre “per aprire le scuole interessate dai seggi, tenuto conto che al momento non abbiamo garanzie di sanificazione in 24 ore e viste le giuste preoccupazioni dei dirigenti scolastici”.

E le altre città?

Al momento, non si hanno notizie sui grandi centri e capoluoghi di provincia della Campania – ma anche di Puglia, Toscana, Marche, Veneto e Liguria – dove si sono svolte le elezioni regionali e le operazioni di “spoglio” si sono protratte fino a martedì 22 settembre inoltrato.

Preparazione concorso ordinario inglese