Home Disabilità Faraone manda gli ispettori

Faraone manda gli ispettori

CONDIVIDI

“Siamo in contatto con la famiglia del bambino di Casal Palocco e siamo intervenuti immediatamente con gli Uffici territoriali del Miur per fare luce sul fatto”. Il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, risponde così al Redattore Sociale, che lo ha interpellato in merito al caso del bambino disabile racchiuso in uno sgabuzzino e segnalato da una mamma. “La denuncia, con le foto del bambino pubblicate sui social network, è sintomo di un disagio sul quale vogliamo fare chiarezza – continua Faraone – L’abbiamo sempre fatto e continueremo a intervenire ogni qualvolta si verificano episodi che possono rendere l’inclusione dei ragazzi disabili nella scuola ipocrita. e dobbiamo farlo – precisa – nell’interesse dell’intera comunità scolastica. il sostegno non è esclusiva del singolo ragazzo disabile: abbandoniamo logiche del passato – conclude Faraone – e lavoriamo con impegno per favorire a ogni ragazzo l’istruzione che merita”.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

Sul caso interviene anche Edoardo Patriarca, deputato del Pd: “L’ufficio scolastico regionale dia spiegazioni sul caso del bambino disabile lasciato solo in una stanza nella elementare Pirgotele di Roma. E’ evidente che il sistema di assistenza ai disabili nelle scuole a volte ha delle falle, falle che dobbiamo evitare perche’ ledono la dignita’ umana. Che cosa ha fatto la dirigenza scolastica per evitare che tutto questo accadesse? Che cosa ha da dire su un fatto di questo tipo?- continua Patriarca- ed e’ triste che tutto cio’ avvenga quando ieri abbiamo celebrato la Giornata dell’Infanzia. Certe celebrazioni rischiano di perdere senso”.