Home Generale Fiori, tedesco e integrazione

Fiori, tedesco e integrazione

CONDIVIDI

Hanno appreso primi rudimenti della lingua tedesca assieme a nozioni di floristica e cura dei giardini: sono 13 ragazzi profughi, richiedenti asilo in Alto Adige.

Grazie ad un progetto organizzato dall’ufficio educazione permanente del dipartimento cultura tedesca in collaborazione con la scuola professionale Laimburg, e in sinergia con l’associazione dei giardinieri altoatesini, hanno compiuto un corso a moduli e uno stage presso 8 giardiniere in Alto Adige.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

In precedenza i ragazzi avevano acquisito i comportamenti corretti per la sicurezza sul lavoro. Ora sono pronti per una chiamata all’opera. Gli assessori provinciali di Bolzano Philipp Achammer e Arnold Schuler si sono complimentati con i corsisti e hanno consegnato loro gli attestati di frequenza del percorso formativo nell’ambito di una piccola festa.